20 Ottobre 2022

L’ex Serie A sfida il suo passato: il risultato

I ragazzi di Brugnoli escono nettamente sconfitti per 5-0. Applausi per l'ex Ferreira Pinto

Atalanta-Ponte San Pietro

Nel pomeriggio a Zingonia si è disputata Atalanta-Ponte San Pietro, amichevole infrasettimanale utile a preparare i rispettivi impegni di campionato. La contesa è terminata con un netto quanto naturale 5-0 per i nerazzurri, ma in casa Ponte San Pietro sono stati tanti gli spunti per l’allenatore Brugnoli, il quale ha avuto modo di ruotare la rosa e testare calciatori che hanno fin qui hanno beneficiato di un minutaggio minore. In casa atalantina sugli scudi il giovane danese Hojlund, autore di una tripletta. Chiudono il tabellino le marcature di Pasalic e Lookman. Da registrare anche la presenza in casa Ponte San Pietro del grande ex Ferreira Pinto, applaudito dai circa mille spettatori presenti al Bortolotti.

Atalanta-Ponte San Pietro, buone indicazioni per Stefano Brognoli

Un’amichevole di lusso nella quale passa inevitabilmente in secondo piano il risultato finale. Questa è stata Atalanta-Ponte San Pietro, disputata questo pomeriggio al centro sportivo Bortolotti di Zingonia. Da un lato la squadra di Gian Piero Gasperini, seconda nel campionato di Serie A, concentrata nel preparare il big match contro la Lazio di domenica 23 ottobre; dall’altro lato del campo un Ponte San Pietro voglioso di mettersi in mostra al cospetto di una delle squadre migliori della scena italiana.

Alla fine dei 75 minuti di gioco – gara accorciata rispetto ai consueti 90′ – tanti sorrisi in campo e strette di mano. Gasperini ha riabbracciato Musso e soprattutto il lungodegente Duvan Zapata per una manciata di minuti, Brugnoli ha potuto invece testare la condizione atletica della squadra in vista della sfida in casa della Varesina.

Nel solito 4-3-3, Stefano Brugnoli ha optato per quattro cambi rispetto alla formazione che ha pareggiato contro il Real Calepina la scorsa domenica. Chance per Salvataggio in porta con il quartetto difensivo composto da Ceriani, Baggi, Picozzi e Salvi. A centrocampo Valli e Greco rilevano Selvatico e capitan Ruggiero per giocare accanto a Rota. Nel tridente offensivo trova posto Kritta spostando il suo raggio d’azione insieme a Santi e Capelli.

L’atalantino Hojlund sugli scudi

Senza coppe europee in questa stagione, l’Atalanta ha bisogno di mettere minuti nelle gambe anche durante la settimana per preparare al meglio le gare di campionato. La sfida contro il Ponte San Pietro è stata un’ottima sgambata, nella quale a prendersi la scena è stato Rasmus Hojlund, autore di una tripletta già nel corso del primo tempo. Le altre reti sono state messe a segno da Mario Pasalic e Ademola Lookman, andati in gol anche contro il Sassuolo.

A cavallo dei due tempi è arrivato anche il momento di Ferreira Pinto nel Ponte San Pietro. Per lui si tratta di un ritorno a casa, poiché ha vestito la casacca nerazzurra dal 2006 al 2013. Il nativo di Quinta do Sol ha raccolto gli inevitabili applausi del pubblico di Zingonia, dimostrando di avere ancora la gamba dei tempi migliori.

Ferreira Pinto

L’andamento del Ponte San Pietro in campionato

Archiviata la bella parentesi pomeridiana contro l’Atalanta, già da domani il Ponte San Pietro tornerà a preparare la sfida di domenica contro il Varesina. Inseriti nel Girone B di Serie D, i bergamaschi stanno fin qui disputando un buon campionato con 9 punti conquistati in sette giornate. Seppur la classifica non appaia così elitaria, i biancoblù hanno il merito di essere ancora imbattuti in campionato. Una vittoria e ben sei pareggi in questo avvio di stagione, arrivata nel derby bergamasco contro la Virtus Ciserano Bergamo (2-3).