14 Marzo 2024

Coppa Italia Dilettanti, i sorteggi delle due semifinali

Gli accoppiamenti e le informazioni sulle gare

Coppa Italia Dilettanti

È ora delle semifinali. Sono rimaste in 4 a giocarsi la Coppa Italia Dilettanti. Atletico BMG, Teramo, Solbiatese e Paternò. Ora sono ufficiali gli accoppiamenti delle final four di questo evento che coinvolge le società di Eccellenza.

LND

Oggi, presso la sede romana della Lega Nazionale Dilettanti, la Segreteria Generale della LND ha condotto il sorteggio per stabilire l’ordine delle partite di semifinale della Coppa Italia Dilettanti, in presenza del Coordinatore dei Commissari di Campo della Lega, Catello Buonocore. Le semifinali si svolgeranno il 20 marzo (andata) e il 3 aprile (ritorno).

Coppa Italia Dilettanti, gli accoppiamenti

Lombardia, Abruzzo, Sicilia, Umbria. Queste le quattro regioni coinvolte nella fase finalissima della coppa.

Le quattro squadre hanno eliminato rispettivamente le avversarie Lignago, Terre di Castelli, Terracina e Manduria. In palio, oltre all’ambita promozione diretta in Serie D, un trofeo unico nel panorama del calcio nazionale. Sarà un’avventura dallo “spirito epico” con un obiettivo prestigioso: la conquista di un posto d’onore nella storia del calcio LND.

La Coppa Italia Dilettanti, istituita dalla Lega nella stagione 1966/67, è una competizione iconica del calcio italiano: la fase nazionale (fino al 1999/00 prevedeva anche una finale incrociata tra le vincenti della Coppa di Serie D e quelle provenienti appunto dalle regioni) ed è il terreno ideale per esaltare la competizione sportiva tra le Regioni.

La campionessa in carica Cast Brescia

Nello Stadio “Gino Bozzi” di Firenze, la squadra di mister Quaresmini, i campioni in carica, si aggiudicò la 56ª edizione della Coppa Italia Dilettanti con una vittoria per 1-0 sul San Marzano. Il Cast Brescia festeggiò grazie a un preciso colpo di testa di Giangaspero al 33′ della ripresa, su calcio d’angolo.

Nonostante il San Marzano avesse condotto la maggior parte della gara, pagò alcune imprecisioni in zona gol e un finale nervoso. La squadra bresciana, tuttavia, rimase compatta e resistette alla pressione del San Marzano, guidato dagli uomini di Fabiani. Ora, la corona spetta ad una delle 4 contendenti, volenterose al salto di categoria e a fare spazio nella propria bacheca.