24 Marzo 2022

Viareggio Cup, show del Bologna: eliminata la Rappresentativa Serie D

La Rappresentativa Serie D è stata eliminata agli ottavi di finale del Torneo di Viareggio dal Bologna. Protagonista del match è Andrea Mazia, che batte il record di Ciro Immobile

Questo pomeriggio è scesa in campo la Rappresentativa Serie D contro il Bologna, nella gara valevole per gli ottavi di finale del Torneo di Viareggio. La squadra allenata da Giuliano Giannichedda è stata eliminata al termine di una partita dominata e vinta dai rossoblù con il risultato di 4-0.

Protagonista di giornata è sicuramente Andrea Mazia, che con una tripletta ha portato la sua squadra ai quarti ed è arrivato a 12 gol, superando il record di marcature di Ciro Immobile. L’attuale attaccante della Lazio firmò, alla Viareggio Cup del 2010, 10 reti complessive.

La partita tra la Rappresentativa Serie D e il Bologna

Nel primo tempo i campioni in carica del Bologna affermano il proprio potenziale, passando in vantaggio al 12^ minuto con un gran gol di Mazia, che con il destro trova il sette dall’interno dell’area di rigore. Alla mezz’ora è ancora il Bologna a sfiorare il gol: lancio di Mercier per Anatriello, il calciatore prova con il mancino, ma trova la risposta di Semprini.

Primo tempo a tinte rossoblù, che termina sull’1-0.

Il secondo tempo recita lo stesso copione. Il Bologna sfiora nuovamente il gol al 50^ con Schiavoni, ma trova il raddoppio 3 minuti più tardi, sempre con Schiavoni, bravo a ribadire in rete su ribattuta di Semprini. La Rappresentativa accusa il colpo e al 60^ minuto subisce il terzo gol della partita su calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Mazia, che firma la doppietta. L’inerzia della gara non muta e il Bologna sigla, all’81^ minuto, il quarto gol del pomeriggio ancora con Mazia, autore di una tripletta.

“I ragazzi non meritavano questo passivo”

Al termine del match, l’allenatore della Rappresentativa, Giuliano Giannichedda, ha rilasciato alcune dichiarazioni sull’eliminazione contro il Bologna: “Una partita difficile, il passivo è pesante perché non lo meritiamo e secondo me i ragazzi hanno creato tantissimo, una prima ora di gioco interessante. Alla prima occasione, invece, siamo andati sotto e quando abbiamo preso il secondo gol la partita è chiaramente cambiata. Loro con tanti spazi in avanti ci hanno portato tante difficoltà“.

“Voglio ringraziare i miei ragazzi, che hanno dato tutto e sono usciti stremati. Questo è importante perché con questo impegno possono riuscire a fare qualcosa di importante“.