24 Marzo 2022

Licata, Massimino: “Firma della convenzione importante, ma per il salto tra i pro serve altro”

Le parole del presidente del Licata Calcio, Enrico Massimino, dopo la firma della convenzione per la ristrutturazione del Dino Liotta

Buone notizie sul fronte stadio Dino Liotta per il Licata Calcio. È stata infatti firmata la convenzione con il Comune di Aidone per la realizzazione di un progetto utile a ottenere i fondi inseriti nella misura ministeriale Rigenerazione urbana. In caso di ottenimento del finanziamento previsto, la società gialloblù potrà completamente ristrutturare il proprio stadio. Il Dino Liotta – messo a norma ai tempi della militanza del Licata Calcio in Serie B – ha bisogno di lavori sul manto erboso, ma non solo.

A seried24.com ha parlato il presidente Enrico Massimino, che si è detto soddisfatto di questo passo in avanti, ma frenando gli entusiasmi del popolo licatese.

“Notizia importante, ma non ci si aspetti salto immediato”

Un tema – quello dello stadio – ribadito più volte negli ultimi da Enrico Massimino e finalmente la situazione sembra essersi sbloccata. “La firma della convezione è il primo passo. L’iter è molto lungo, ma questo è un passo molto importante per andare avanti. Il Dino Liotta è una struttura importante, ma come tutte le strutture importanti ha bisogno di una cura e un’attenzione maniacale per rimanere al passo con i tempi”.

La piazza comincia a sognare in grande – memore del glorioso Licata in Serie B alla fine degli anni ’80 – ma Massimino frena. “Come dicevo, il percorso è lungo indipendentemente da Massimino. Vincere piace a tutti, anche a me, ma bisogna rendersi conto che con la situazione economica attuale e la crisi che c’è, il percorso ambizioso passa necessariamente da un progetto con i giovani. Non da nomi importanti e affermati che costano tanto”, spiega il presidente gialloblù. “Sicuramente avere uno stadio già pronto per altri palcoscenici ti consente di essere più sereno e di lavorare meglio con i giovani. Negli ultimi anni questo ringiovanimento della rosa c’è stato, ma è ovviamente necessario fare altri passi per ambire a categorie importanti”.

“Siamo ambiziosi, ma con un giusto progetto”

In chiusura, Enrico Massimino ha apertamente dichiarato che la sua è una società ambiziosa, ma non intende fare passi affrettati. “Se il progetto dovesse andare a buon fine, ai lavori necessari ci penseranno i tecnici. Noi non siamo comunque pronti per eventuali salti immediati: il Liotta necessita di alcuni aggiustamenti e bisogna farli in prospettiva di campionati e categorie diverse, senza dubbio”, spiega Massimino.

“La struttura deve essere pronta, ma il percorso di crescita passa da altre cose: in Serie D e in Serie C bisogna presentarsi con una rosa molto giovane. Licata ama il calcio e si esalta facilmente, ma non si può nascondere che rispetto a qualche anno la crisi economica abbia frenato tutto. Non bisogna fare il passo più lungo della gamba”.