7 Gennaio 2024

Varese, Cotta dopo il Bra: “È una corsa contro noi stessi, la semplicità paga”

Le dichiarazioni post-gara dell'allenatore biancorosso e dell'autore della doppietta vincente

Cotta Varese

Chi ben comincia è a metà dell’opera”. O almeno, così si dice. Nella speranza che possa effettivamente essere la verità, il Città di Varese di Corrado Cotta si impone per 2-0 sul Bra ed inizia il 2024 nel migliore dei modi. Con un super Palazzolo, autore di una doppietta poco dopo aver rilevato Zazzi, i biancorossi fanno un importante balzo in avanti. Approfittando dei risultati di Chisola, Albenga, RG Ticino, Asti e Vado, il Varese si porta a -2 dal secondo posto, in attesa di capire l’entità della penalizzazione da affidare all’Alcione.

Varese Bra diretta

Siamo una squadra diversa rispetto all’andata e oggi credo si sia visto. Nel secondo tempo siamo riusciti a sbloccarla, sono tre punti importanti. È una corsa contro noi stessi“. Queste le parole dell’allenatore biancorosso, intervenuto in conferenza stampa dopo la sfida del “Franco Ossola“.
In seguito, a parlare ai microfoni è stato anche il numero 16 Palazzolo, che con la sua doppietta ha deciso il match.

Varese, Cotta: “È una corsa contro noi stessi, non con gli altri”

Ad intervenire ai microfoni della sala stampa, in seguito a Varese-Bra, è stato un Corrado Cotta soddisfatto ma già con il pensiero alla sfida contro la Lavagnese. “Siamo una squadra diversa rispetto all’andata – ha esordito l’allenatore, riprendendo quanto detto alla vigilia -. Abbiamo cambiato diverse situazioni, tanto che i singoli e la squadra non sono quelli della prima giornata. Oggi per una questione di disordine tattico nel primo tempo siamo stati poco bravi a concludere, mentre nel secondo tempo con qualche variazione già da programma siamo riusciti a sbloccarla“.

Varese Cotta

Poi anche qualche considerazione, già con la mente al futuro. “Dopo il gol abbiamo preso consapevolezza del fatto che potevamo vincerla. Sono tre punti importanti che ci danno la possibilità di andare contro la Lavagnese a fare il nostro tipo di partita, per vincere. È una corsa contro noi stessi, vedremo più in là se saremo stati bravi o no, indipendentemente dagli altri. La squadra continua a crescere e a lavorare, oggi abbiamo concesso poco o niente, solo qualcosa negli ultimi 10’ del primo tempo“. 

Cotta, infine, ha concluso con un plauso al gruppo e con qualche appunto doveroso. “Oggi è stata la dimostrazione dell’importanza di una rosa lunga. Qui bisogna fare i complimenti al singolo e al gruppo di lavoro che porta ad avere queste situazioni. La competizione tante volte è fondamentale e vedo che giorno dopo giorno i ragazzi si divertono e migliorano. In questa categoria la semplicità paga sempre, molto spesso sbagliamo per delle leggerezze nostre“.

Varese, Palazzolo: “Avevo voglia di mettermi in mostra”

Per il Varese, dopo Cotta, è intervenuto anche Nicolò Palazzolo, autore di una doppietta da subentrato. Dopo aver preso il posto di Zazzi al 55′, infatti, il numero 16 biancorosso ha trovato la via della rete prima al 57′ e poi al 68′, portando di fatto i tre punti a casa. “Ho segnato alla prima palla che ho toccato, o quasi. È stato bravo ‘Vito’ (Vitofrancesco, ndr) che con una furbata mi ha permesso di colpire indisturbato, senza marcatura. Siamo stati poi bravi a trovare il raddoppio. Se scalpitavo in panchina? Avevo tanta voglia di mettermi in mostra per me stesso e soprattutto per la squadra, ovviamente l’allenatore fa delle scelte e io le rispetto“.

Siamo felici per il risultato perché abbiamo iniziato l’anno nel migliore dei modi, dobbiamo andare avanti così. Settimana prossima affrontiamo una Lavagnese in difficoltà per quanto riguarda la classifica (18ª a pari punti con l’Alba per la retrocessione diretta). Dovremo arrivare con la giusta tensione e con la determinazione fatta vedere oggi per cercare di portare a casa altri tre punti importanti. Una dedica? Va sempre alla mia famiglia che mi è sempre accanto”.