18 Dicembre 2022

Trapani-Vibonese, Monticciolo: “I ragazzi hanno gli attributi d’acciaio”

Il Trapani di Monticciolo vince al 96' contro la Vibonese: "Chiedo scusa ai ragazzi, ci hanno creduto più di me che chiedevo di difendere il pari"

Coppa Italia Serie D

Il Trapani di Monticciolo batte 2-1 la Vibonese all’ultimo respiro, grazie alla rete al 96’ di Fabrizio Carboni, nella partita della 16^ giornata del girone I di Serie D. I trapanesi, avanti 1-0 nel primo tempo grazie a Musso, si sono fatti riprendere al 90’ dalla punizione di Sperandeo, prima della rete decisiva del classe 1993 ex Rimini.

La partita

Al “Provinciale” il Trapani è passato in vantaggio dopo appena 5 minuti. Marigosu batte un calcio di punizione verso l’area piccola, Musso, lasciato solo nell’area piccola, piazza la zampata decisiva per l’1-0, dopo la deviazione di un compagno a centro area. A questo punto i ragazzi di Monticciolo cominciano a gestire il vantaggio, con la Vibonese che non riesce mai ad impensierire Summa. 

Negli ultimi minuti, nella cosiddetta “Zona Cesarini”, succede di tutto. Siamo al 90’, quando Sperandeo di testa infila la palla in rete da due passi sugli sviluppi di un calcio di punizione. Il Trapani, tuttavia, non si da per vinto e, a tempo scaduto, trova il gol decisivo. Da corner, dopo una carambola la sfera finisce a Carboni che controlla, si gira e scaglia il pallone violentemente verso la porta, che si stampa sulla traversa e supera la linea. 

Fabrizio Carboni del Trapani (Fonte foto: pagina Facebook FC Trapani 1905

Le dichiarazioni dell’allenatore Monticciolo dopo Trapani-Vibonese

Con questa vittoria, i granata salgono al sesto posto del girone I di Serie D con 23 punti, a -2 proprio dalla Vibonese quinta in zona play-off, ma con una partita in meno. L’allenatore del Trapani, Alessandro Monticciolo, nella conferenza stampa di fine partita ha fatto i complimenti ai suoi calciatori.

Questi ragazzi – ha detto – hanno dimostrato di avere due attributi grossi e d’acciaio per vincere questa partita. Devo chiedere scusa ai miei giocatori, perché quando ci hanno pareggiato al 90’ ho chiesto di gestire il pari. Dicendo così, probabilmente li ho spinti a credere qualcosa in cui nemmeno io credevo fosse possibile. Dopo l’1-1 abbiamo creato più palle gol in 4 minuti che in tutto il match. Sapevamo fosse una sfida molto difficile. Rispetto molto la Vibonese dell’allenatore Modica, perché è una squadra veramente forte, con qualità e giocatori che spostano gli equilibri”. 

Monticciolo Trapani

Una vittoria voluta dal Trapani

Una vera e propria battaglia, che si è risolta solo in zona Cesarini. “Il primo tempo – spiega Monticciolo – è stato equilibrato, anche se non siamo riusciti a tenere il palleggio come le altre gare. I nostri avversari, infatti, ci aggredivano bene e avevano grandi qualità in fase di possesso. Nella ripresa ho deciso di cambiare strategia, chiudendo gli spazi e abbassando la squadra. Dovevamo difendere il risultato senza vergognarci, perché non si può sempre attaccare nel calcio. Alla fine ci quasi avevo creduto nella vittoria: quel gol da calcio piazzato della Vibonese ci ha fatto rimanere un po’ male, ma i ragazzi hanno dimostrato di voler vincere questa partita e ci sono riusciti”. 

Ora il Trapani è atteso da un big match di spessore, dato che mercoledì 21 dicembre 2022 sfideranno allo stadio “Massimino” il Catania primo della classe, oggi sconfitto in casa della Polisportiva Santa Maria. Una sfida che meriterebbe palcoscenici di categoria superiore, ma che tra pochi giorni sarà valido per la 17^ giornata del girone I di Serie D.

Girone I

Tabellino – Trapani 2-1 Vibonese 

Trapani: Summa, Carboni, De Pace, Gonzalez, Pipitone, Cangemi, Marigosu (53’ Santapaola), Kosovan, Romano, Mascari (61’ Mangiameli), Musso. All. Monticciolo.

A disposizione: Cultraro, Cellamare, Ngyir, Catania, Oddo, Scuderi, Galletti. 

Vibonese: Rendic, Caicedo (32’ Sparandeo), Szymanowski (81’ Martiniello), Balla, Bonnin, Tazza (91’ Nallo), Trajkovski, De Marco, Anzelmo (65’ Giammarinaro), La Torre (81’ Politi), Scafetta. All. Modica

A disposizione: Bottino, Basualdo, Ruggiero, Palazzo.

Arbitro: Palmieri di Conegliano (assistenti: Callovi e Cerrato di San Donà di Piave) 

Reti: 5’ Musso (T), 90’ Sparandeo (V), 96’ Carboni (T)

A cura di Giacomo Grasselli