3 Maggio 2024

Caldiero e Piacenza per un posto in C, Rossini: “Dobbiamo pensare solo alla nostra partita”

Le parole dell'allenatore biancorosso in vista dell'ultima di campionato

Saranno gli ultimi 90 minuti del campionato a decidere la vincitrice del girone B. Caldiero Terme e Piacenza si giocano tutto nell’ultima giornata, dove in palio c’è un solo posto in Serie C. In conferenza stampa, l’allenatore biancorosso ha presentato l’ultimo impegno, che sarà sul campo di una Varesina che si gioca l’accesso ai playoff. Gli emiliani, secondi a -1, per il sorpasso dovranno vincere e sperare che il Caldiero non faccia lo stesso.

Rossini: “Sappiamo quello che ci giochiamo, deve darci adrenalina in più”

Sarà una sfida a distanza tra Caldiero e Piacenza all’ultima giornata. I veneti se la giocheranno sul campo del Villa Valle, mentre i biancorossi saranno ospitati dalla Varesina. Nonostante ciò, Rossini ha chiesto ai suoi di non pensare alla partita dei rivali: “Dobbiamo fare la nostra partita senza pensare agli altri. Poi siamo persone umane e sicuramente il risultato del Caldiero influisce, ma non deve farlo troppo. Certo, sappiamo che quello che ci giochiamo e importantissimo, ma finché non è troppo questo ti dà quell’adrenalina in più che ti serve“. 

piacenza
Credit: Piacenza Calcio

La Varesina, quinta forza del campionato, però non può essere sottovalutata: “Alla fine del girone d’andata avevamo un divario nei gol fatti con la Varesina di -15, oggi siamo a -4, quindi abbiamo migliorato e tanto. Loro però hanno un potenziale offensivo notevole, con quattro giocatori in doppia cifra e una percentuale altissima di finalizzazione. La partita dell’andata (pareggiata 1-1, ndr) me la sono rivista, ci avevano messo in difficoltà nonostante una nostra bella prova. Quindi noi avremo il nostro da fare e non sarà facile, però il gruppo in settimana l’ho visto carico“. 

Caldiero Piacenza Rossini
Credit: Piacenza Calcio

Rossini: “Piacenza è la piazza in cui ho sempre sognato di allenare”

Come aveva già fatto, l’allenatore del Piacenza ha voluto ringraziare di nuovo i suoi tifosi, che arriveranno in massa per sostenere la squadra in trasferta: “Sono stati polverizzati i 450 biglietti disponibili nel settore ospiti, più quelli che verranno venduti in tribuna. Sarà uno stadio biancorosso, cosa che ci dà ulteriore carica. Dobbiamo lottare anche per loro“. Per quanto riguarda i giocatori a disposizione solo un cambio rispetto all’ultima gara: “La squadra sta bene, l’unica novità è che esce Marquez per squalifica e rientra Gerbaudo, Anche Corradi sta bene e ci sarà“.

In seguito, il focus è ritornato sulla sfida a distanza col Caldiero: “Le percentuali promozione che darei non le so, però la partita del Caldiero è molto più facile. Noi giochiamo con una squadra che si gioca i playoff, e anche le motivazioni fanno tanto. Se potrebbe essere un vantaggio segnare subito? Fare gol subito è sempre un vantaggio, perché acquisisci ancora più sicurezza, poi bisogna vedere come lo gestisci il gol di scarto. Dei due campi collegati però non voglio neanche parlarne, noi pensiamo solo ed esclusivamente alla nostra partita, poi alle 17 vedremo cos’è successo“. Infine, una considerazione sull’importanza dell’appuntamento: “Qua ti giochi sempre tanto e lo sto facendo nella piazza dove ho sempre sognato di allenare. Questa cosa non è bella, è bellissima. Tutte le partite sono importanti, non voglio togliere importanza alle altre, però questa ti dà qualcosa in più che è molto particolare, non so neanche spiegarlo“.