15 Gennaio 2023

Cavese-Afragolese: le parole degli allenatori

Buon pari per l’Afragolese che ferma fuori casa la capolista del girone H Cavese. Complice il pari del Barletta, questo risultato crea un grosso equilibrio per quanto riguarda le prime posizioni di uno dei raggruppamenti più interessanti del campionato. Ecco le parole dei due allenatori.

Cavese-Afragolese: le parole di Bitetto

Bitetto: “Considerando lo stato mentale dei ragazzi sono soddisfatto. Avrei sottoscritto un pareggio contro uno squadrone come il Barletta. Hanno avuto supremazia perché hanno qualità in più, non sono d’accordo sul fatto che avrebbe meritato di vincere. Spero di recuperare molti infortunati. Questa è la strada giusta per agguantare la salvezza. Il gol subito subito su palla inattiva fa parte del problema mentale che abbiamo. Su Maccioni non sono riuscito a vedere niente purtroppo, è stato il segnalinee a vedere tutto. Capisco lo scoramento dei tifosi, siamo noi che dobbiamo spronarli a tornare. Non mi lamento del fatto che sembrava di giocare fuori casa. Dobbiamo avere comunque l’approccio di una squadra che gioca a casa”.

Continua Bitetto: “Ottima prestazione. Si doveva giocare con questa aggressività, loro ottima squadra. Per noi risultato positivo. Questo è un girone competitivo, con tante squadre forti. Il ritorno sarà un altro campionato. Obiettivo è tirarci fuori dalla bassa classifica. Morale basso al mio ritorno, dal mio allontanamento le cose non sono cambiate non positivo. In questa settimana abbiamo cercato di dare entusiasmo, mi premeva questo aspetto. Giocheremo con la cattiveria di che deve salvarsi a tutti i costi. Voglio dare merito ai miei calciatori, hanno giocato una partita coraggiosa e conquistata un punto meritato“.

Troise Cavese
Le parole dell’allenatore post Cavese-Afragolese

Cavese-Afragolese: le parole di Troise

Le parole dell’allenatore della Cavese: “Dobbiamo trovare la condizione migliore, la giusta motivazione e fare qualcosa in più. Mancata quella voglia di andare a prendere i tre punti. Il gol subito ci ha condizionato. C’è rammarico, ma dobbiamo resettare subito perché questo campionato non ti aspetta. Abbiamo tenuto bene il campo, la squadra ha creato situazioni importanti. Nel secondo tempo siamo calati, non abbiamo avuto la capacità di andare a far male l’avversario. Oggi sono due penti persi, la giornata poteva essere sfruttata meglio alla luce dell’impegno egli avversari”.

La risposta contro le proteste dei tifosi

“La contestazione del pubblico? Dobbiamo fare di più, in questo avvio siamo andati sotto individualmente. Siamo calati da un punto di vista qualitativo, gli ultimi 20 metri poco cattivi e cinici. Se vogliamo arrivare fino in fondo, dobbiamo fare di più: due punti in tre gare sono troppo pochi. Stiamo provando a sfruttare tutta La Rosa. Abbiamo fatto una buonissima prestazione a livello difensivo, ma incontravamo una squadra più attendista“.