26 Maggio 2022

Ufficiale: Maradona jr allenerà ancora il Napoli United

La conferma arriva dal Presidente Gargiulo: "Vogliamo ripartire da Diego e da gran parte della squadra che ci ha fatto divertire lo scorso anno"

Maradona

Dopo la cocente delusione della sconfitta nella semifinale playoff per la promozione in Serie D, il Napoli United ripartirà da basi solide. Un progetto concreto quello della società campana. Che affonda le sue radici nel lontano 2009. Nacque tutto da un’idea, un’intuizione. Quella del presidente della società Antonio Gargiulo. L’orizzonte perennemente rivolto verso il sociale e l’inclusione si è poi associato alla crescita di un progetto in ascesa. E a pochi giorni dall’amaro epilogo di una stagione ugualmente positiva, il Napoli United è già proiettato al futuro. La stagione 2022/23 ripartirà dalle certezze che l’annata appena trascorsa ha regalato. Una su tutte: la conferma in panchina di Diego Maradona jr.

Il Presidente Gargiulo: “Intuzione felice quella di puntare su Diego”

Prima tra tutte, la conferma in blocco dello staff tecnico e di buona parte della squadra che si è brillantemente messa in luce agli occhi di pubblico e critica. In esclusiva a Seried24.com, il Presidente del Napoli United, Antonio Gargiulo, annuncia la conferma di Maradona Junior in panchina: “Posso confermare che la nostra intenzione è quella di continuare con Diego – afferma il numero della società napoletana –. Mi sento quotidianamente con lui e con il Direttore Sportivo Varriale, condividendo una linea di intenti comune. Siamo molto soddisfatti del lavoro svolto dall’allenatore: abbiamo raggiunto i traguardi che ci eravamo prefissati proponendo un calcio bello da vedere. La sua bravura gli ha permesso di superare qualche critica gratuita e preventiva, confermando la bontà della nostra scelta. Ripartiremo da lui e da gran parte della squadra che tanto ci ha fatto divertire quest’anno”.  

I ragazzi di Maradona ripartono dalle certezze dell’ultima annata

Due settimane fa, il Napoli United ha sfiorato l’impresa allo “Giroud” di Torre Annunziata. Il pareggio per 1-1 contro il Savoia ha estromesso la squadra di Diego jr dalla corsa playoff: “La sorte non ci ha premiato – prosegue Gargiulo –. Siamo arrivati a fine partita con cinque infortuni che hanno condizionato la gara, oltre ad un rigore dubbio fischiato a cinque minuti dal termine. Ma resto convinto che la stagione sia stata positiva, punteremo a migliorare il terzo posto nella prossima stagione”.

La genesi del Napoli United: come nacque il progetto di Antonio Gargiulo

Non solo futuro. Il Napoli United rappresenta una lunga storia che si intreccia tra passione, cultura, integrazione. Nacque tutto nel 2009, con un progetto interamente dedicato a immigrati e rifugiati. L’Afro-Napoli United è la genesi della perfetta macchina sportiva che comprende, oltre alla squadra protagonista in Eccellenza, anche tutta la trafila giovanile e una compagine femminile di calcio a 5: “Fu un’idea nata per caso – aggiunge Gargiulo –. Tutto iniziò da un torneo amatoriale: l’idea fu quella di dare ai rifugiati l’opportunità di avere uno svago, un sorriso. Nel 2013, ci siamo poi iscritti in Terza Categoria napoletana: vincemmo il campionato al primo anno con in organico quindici migranti”.

Ed oggi, a distanza di tredici anni, una costola del Napoli United è rimasta legata a quel torneo amatoriale che diede il via al progetto odierno. Il Napoli United, impegnato anche nel torneo AICS, si è imposto lo scorso sabato contro il San Ferdinando. Allo stadio Maradona, i leoni hanno alzato al cielo la Coppa Partenope. Un ulteriore traguardo che ha inorgoglito Gargiulo e tutta la società: “Una parte di noi è ancora legata a quel torneo. Vincere al Maradona, con i nostri ragazzi del campionato amatoriale, è un motivo d’orgoglio per il nostro club”.

A cura di Giuseppe Vitolo