31 Dicembre 2022

Il 2022 del Savoia: l’arrivo del Principe non ha aiutato la squadra a risollevarsi

Un anno molto intenso per il club. La classifica non sorride ai bianconeri ma l'obiettivo del Principe non ammette ulteriori passi falsi

Chi è Emanuele Filiberto patrimonio

Alle luce di un nuovo anno che sta per iniziare, bisogna lo stesso fare i conti con quello che è stato il 2022. Non si può dire che questo non sia stato un gran periodo di cambiamenti per il Savoia. Dopo l’arrivo del Principe Emanuele Filiberto a dicembre, nel club sono successe parecchie cose. Il reale ha contribuito ad apportare vari cambiamenti inerenti alla squadra: come scegliere un nuovo stadio dove disputare le partite da padroni di casa, fino ad arrivare addirittura a cambiare allenatore.

Dando un occhio al campionato però, la situazione non appare così confortante. Il Savoia, che milita in Eccellenza campana nel girone A, al momento si trova in una posizione in classifica piuttosto complicata. Ma analizziamo la situazione:

L’inizio di campionato del Savoia

La squadra si ritrova quattordicesima in classifica con un totale di 20 punti in 19 partite. Dopo la prima giornata di campionato, in cui i bianconeri hanno sconfitto il Real Forio per 1-2, la squadra ha affrontato un periodo complicato. Ed è così che in tre giornate arriva una vittoria, un pareggio ed una sconfitta. Il primo passo falso arriva contro l’Albanova che con un solo gol riesce ad assediare gli avversari e strappare i tre punti.

Savoia

Le sconfitte continuano ad accumularsi e la prima boccata d’aria arriva alla settima giornata di campionato con l’Acerrana. In trasferta da quest’ultima, il Savoia riesce a segnare due reti che ridanno alla squadra un po’ di carica. La settimana successiva atterra il Givova Carpi 4-1 e i bianconeri cominciano a crederci sempre di più. Arriva poi il pareggio a casa del Napoli United ma ci penserà poi la vittoria alla decima giornata a tenere alto l’umore. I bianconeri riescono a strappare ben tre reti al Massa Lubrense. Poi arriva il blackout.

Il periodo buio del club

Da questo momento la squadra non si risolleverà mai del tutto. La prima sconfitta che interrompe la striscia positiva di risultati arriva contro la Maddalonese, che rifila un 3-0 molto doloroso. Dopo aver perso molti punti per strada, emerge uno spiraglio di luce contro l’Ercolanese. La partita termina 0-1 per i bianconeri ed il gol, con annessa vittoria, è opera di Ciro Sicuro. Questa è la prima vittoria sotto il nome di Emanuele Filiberto. Altra sconfitta pericolosa con il Casoria e poi finalmente un’altra boccata d’aria contro il Saviano

Inizia il girone di ritorno ed il Savoia incassa altre due sconfitte. Questa volta il Real Forio è riuscito a battere la squadra del Principe e l’Albanova ha confermato nuovamente il risultato della scorsa partita ad inizio campionato.  Ora è arrivata la pausa e l’auspicio è quello che quando scenderanno in campo i ragazzi di Antonio De Stefano l’8 gennaio contro il Montecalcio torni la grinta. Ma ora tiriamo le somme. Abbiamo detto che in 19 gare il club è riuscito a guadagnare solo 20 punti. Questo è dovuto ad un numero abbastanza alto di sconfitte: 11 per la cronaca. Le vittorie scarseggiano ed arrivano a 6 in totale. Per questo motivo, la squadra si ritrova quattordicesima in classifica. Al momento il salto di qualità sembra abbastanza lontano ma nel calcio nulla è impossibile. A governare la classifica sono l’Ischia e il Napoli United che hanno entrambe 39 punti.

Savoia
Pagina Facebook Savoia

L’obiettivo del Principe

Con un totale di 23 gol segnati, in attacco sono spiccati alcuni nomi. E’ il caso dell’attaccante Orlando Aquino che con 5 reti è il capocannoniere della squadra. A seguirlo, entrambi a quota 4 gol, ci pensano Vincenzo Liccardi e Francesco Scarpa. La situazione in difesa invece diventa un po’ più critica viste le 31 reti subite in totale. Si vedrà se le promesse del Principe verranno mantenute e dunque se, con questi numeri, il club possa salire in Serie C in 3-4 anni e addirittura mirare alla Serie B.