22 Giugno 2022

Arezzo, Aniello Cutolo sarà il nuovo responsabile dell’area tecnica

Dopo aver lasciato il calcio giocato per l'ex Pescara e Padova sembra pronto un importante incarico in dirigenza

Dopo 624 partite giocate e 137 gol segnati Aniello Cutolo decide di passare dall’altra parte della scrivania e diventare il nuovo responsabile dell’area tecnica dell’Arezzo. Non molto tempo fa infatti, l’attaccante ex Pescara e Livorno, tra le altre, aveva annunciato il proprio ritiro dal calcio giocato dopo l’ultima stagione proprio in amaranto. Da quest’anno dunque, in attesa dell’ufficialità, dovrebbe affiancare Giovannini ricomprendo un importante ruolo a livello dirigenziale, in una società che ha forti ambizioni di vertice. Arezzo infatti, è un pò casa sua. E’ la squadra dove ha giocato di più, in totale 172 partite, e proprio qui vuole far partire la sua seconda vita calcistica.

La carriera di Cutolo, dagli esordi alla serie D con l’Arezzo

Aniello Cutolo ha girato l’Italia da giocatore. Inizia infatti, nella sua Napoli dove fa praticamente tutto il settore giovanile prima di passare alla vicina Benevento, allora in Serie C. Qui fa il suo esordio tra i professionisti nella stagione 2000/01 giocando la prima di oltre 600 partite in carriera. A Benevento, ancora giovanissimo, passa 3 anni giocando in tutto 28 partite. Si trasferisce poi in prestito al Giugliano prima di tornare con i giallorossi. Nell’estate del 2005 viene acquistato dall’Arezzo in Serie D. Dato però che nel calcio è frequente che avvengano le cose più strane, in toscana non convince e nello stesso anno, a dicembre, viene ceduto al Verona. All’Arezzo poi Cutolo tornerà, parecchi anni dopo e, come detto, sarà la squadra alla quale legherà di più la sua carriera e nella quale, probabilmente, ha lasciato il più bel ricordo.

Arezzo Cutolo

Dopo il Verona inizia realmente a girare l’Italia. Taranto, Perugia e Crotone in tre anni, tutte tra Serie C e Serie B. Qui gioca tanto e segna con continuità, tanto da conquistarsi la chiamata di tre piazze molto importanti nel campionato cadetto. Nella stagione 2011 si trasferisce a Padova, che acquista in comproprietà il cartellino dal Crotone. Nel suo primo anno con i biancoscudati fa talmente bene che il suo cartellino viene completamente acquistato dai veneti. 71 presenze e 20 gol totali per lui. Dopodiché passa prima a Pescara nel 2013 e poi al Livorno l’anno successivo. L’ultima sua esperienza in Serie B è con l’Entella che acquista il suo cartellino dal Pescara. E’ la sua ultima esperienza in Serie B. In Liguria resta 2 anni giocando 50 partite totali. Nel 2017 torna in Campania nella Juve Stabia in Serie C.

Arezzo
Fonte foto: Arezzo Calcio

Qui però resta pochi mesi perché, dopo la firma di dicembre, a luglio si svincola per iniziare la sua seconda avventura in Toscana con l’Arezzo. E’ l’epilogo di un importante carriera, spesa in giro per l’Italia. Ora, anche se nulla per ora è ancora ufficiale, sembra che stia per iniziare la sua seconda vita calcistica e si augura che possa essere ricca di soddisfazioni così come la prima.