24 Dicembre 2023

Il 2023 della Samb, da Roberto Renzi al progetto Vittorio Massi: l’obiettivo è la Serie C

Andiamo a vedere cosa è successo in casa rossoblù, dividendo - quasi in maniera obbligatoria - l'anno in due semestri: quello della gestione Renzi da una parte e Massi dall'altra

Le società cambiano. La passione resta. Lo si può riassumere così il 2023 della Samb che, dopo una stagione ricca di delusioni, si gode il secondo posto in solitaria nel girone F di Serie D. Andiamo a vedere cosa è successo in casa rossoblu, dividendo – in maniera quasi obbligatoria – l’anno in due semestri: quello di Roberto Renzi da una parte e Vittorio Massi dall’altra.

Il 2023 della Samb, Renzi e Massi: cos’è successo

Prima di fare un ‘throwback’ nella San Benedetto rossoblù, è necessaria una precisazione. Da gennaio a giugno il nome più in voga è quello di Roberto Renzi, presidente della A.S. Sambenedettese. Da luglio a dicembre, invece, emerge Vittorio Massi che, attraverso il cambio di denominazione del suo Porto d’Ascoli (prima in San Benedetto Calcio, poi U.S. Sambenedettese) riesce a riportare entusiasmo, risultati e oltre seimila persone allo stadio.

Insomma, precisazione doverosa perchè, come avranno notato i più attenti, non c’è stato alcun tipo di cessione della società e/o passaggio di proprietà. Anzi. A.S. Sambenedettese e U.S. Sambenedettese sono due società completamente staccate. La prima (di Roberto Renzi) non si è iscritta al campionato di Serie D ed è tutt’ora ferma. La seconda (del già citato Massi) corre spedita verso il primo posto del girone F.

roma city samb diretta

Tra obiettivo Serie C e ‘Sambenedettesità’

Impegni economici mai ottemperati, un totale disinteresse della città nei confronti della squadra e – non meno importante – un punto di penalizzazione, la A.S. Samb termina il suo campionato al settimo posto. Oggi però, la storia è cambiata. O meglio, come recita lo slogan della U.S. Samb, la storia continua: dal progetto Porto d’Ascoli vengono confermati Alessandro Zoboletti, Nazareno Battista, Vittorio Pietropaolo e Alessandro Evangelista.

Chieti Sambenedettese diretta

Quindi un totale restyling: preso Stefano De Angelis come ds, Maurizio Lauro allenatore e Alex Sirri come capitano della squadra. Con lui Simone Tomassini (9 gol all’attivo), Danilo Alessandro (prossimo all’addio), Andrea Arrigoni e non solo. Una squadra che ha guidato il girone F per quasi tutto il girone d’andata, fino a quando il Campobasso non ha ‘messo la freccia’ e superato i marchigiani. Adesso l’obiettivo per la San Benedetto sportiva è quello di riprendersi la Serie C. Con la consapevolezza di portare sul petto, quella che Massi menziona a più riprese, la ‘Sambenedettesità’.