22 Ottobre 2022

Paternò, Pagana: “Cercheremo di fare una grande prestazione”

Le parole dell'allenatore del Paternò alla vigilia del match con il Catania

Domani per il Paternò ci sarà la sfida più importante della stagione, ovvero contro il Catania. I rossazzurri primi in classifica e fin qui ancora imbattuti, cercheranno di portarsi a casa altri tre punti, o almeno un pareggio. Dall’altra parte c’è il Paternò che cercherà di fare l’impresa ed uscire dalla zona play-out. Nel mentre, alla vigilia del match, ha parlato ai microfoni ufficiali del club l’allenatore del Paternò Giuseppe Pagana. Di seguito le sue dichiarazioni.

Paternò, Pagana: “Daremo il massimo contro la squadra più forte del girone”

Domani si cercherà di fare l’impresa davanti al proprio pubblico. Il Paternò è pronto a scendere in campo contro il Catania alla ricerca di un risultato positivo. Alla vigilia della sfida, ha parlato ai microfoni ufficiali l’allenatore del Paternò Giuseppe Pagana. Il Paternò viene da un’ottima vittoria contro la Vibonese che ha dato fiducia a tutto l’ambiente: “Fare risultato in un campo così difficile ti dà fiducia. – esordisce Pagana – Anche le prestazioni precedenti sono state ottime ed il risultato di mercoledì ha confermato che è una squadra in salute“. Ora però bisogna pensare al presente: “Ora dobbiamo incontrare la squadra più forte del campionato. Fino ad oggi ha vinto tutte le partite e questa la dice lunga sulla forza del Catania. Noi cercheremo di fare una grande prestazione“.

Paternò

Sarà una partita difficilissima continua Pagana – ai miei ragazzi chiedo massimo impegno. Cercheremo di dare tutto, poi a fine gara quello che il campo ci dirà ci prenderemo”. Questa è stata una settimana intensa per il Paternò, Pagana la commenta così: “In una settimana è cambiato tutto: dal punto di vista dei risultati che dal punto di vista societario. Noi però ci dobbiamo concentrare solamente ad oggi, al domani ci penseranno solamente gli altri. Noi pensiamo solo al Catania, ormai la partita con la Vibonese è alle spalle”.