5 Gennaio 2023

Palermo, dove sono oggi i protagonisti della D? C’è (ancora) solo un “superstite”

L'ultimo "superstite" della rosa del Palermo in Serie D è Edoardo Lancini, anche lui vicino alla cessione: ecco cosa fanno gli altri

palermo serie d

Tra le “nobili decadute” in Serie D negli ultimi anni c’è anche il Palermo. La squadra siciliana vinse il campionato di Serie D nel 2019/20, quando a fine febbraio 2020 fu sospeso definitivamente causa Covid. Il Palermo fu promosso in Serie C, avendo chiuso a quota 63 punti davanti al Savoia a quota 56. Ma che fine hanno fatto i protagonisti di quella squadra allenata da Rosario Pergolizzi? In primis lo stesso ex allenatore rosanero ha poi intrapreso un’avventura con l’Ascoli U19, terminata però a novembre del 2022. Di quel Palermo, dopo le cessioni nel calciomercato invernale di Andrea Accardi, Manuel Peretti, Masimiliano Doda, Roberto Crivello e Roberto Floriano, è rimasto soltanto Edoardo Lancini.

Palermo Martinelli
Alessandro Martinelli, ex capitano del Palermo

Anche Lancini, però, è destinato alla cessione. Il difensore ha un contratto in scadenza nel 2023 e sta trovando poco spazio: tutti elementi che portano a pensare che anche l’unico “superstite” dalla Serie D verrà ceduto. Ma dove sono finiti tutti gli elementi di quella rosa? C’è chi è svincolato, chi si è ritirato, chi gioca in D, chi tra i dilettanti in Eccellenza e chi all’estero, ma c’è anche chi gioca in Champions League, come Lorenzo Lucca.

Rosa Palermo in Serie D, Chi gioca oggi in Serie C

In totale sono 11 i giocatori di quel Palermo che oggi giocano tra i professionisti, in Serie C. Tra questi c’è Andrea Accardi, tra gli ultimi ad essere stato ceduto, che ha firmato con il Piacenza in Serie C. Il classe 1995 ha totalizzato 75 presenze in rosanero. Tra i cinque “ultimi” ceduti ci sono anche Manuel Peretti, Masimiliano Doda, Roberto Crivello e Roberto Floriano. Peretti, classe 2000, si è trasferito alla Recanatese, mentre Doda – 2000 che con i rosanero ha giocato 48 partite – giocherà con l’Imolese in Serie C. Per quanto riguarda invece Crivello e Floriano, il primo (classe 1991) lascia il Palermo dopo 78 presenze e si trasferirà al Padova. Floriano invece, esterno classe 1986, andrà al Sangiuliano City dopo 92 partite in rosanero.

Tra gli ex Palermo in Serie C c’è anche Andrea Rizzo Pinna, che in rosanero è rimasto solo in Serie D e ha totalizzato 20 presenze. In seguito ha giocato con le maglia di Vis Artena, Foggia e oggi con la Lucchese. In estate anche Bubacarr Marong (2000 e 16 presenze in rosanero) ha lasciato Palermo e si è trasferito alla Gelbison. Discorso simile per il portiere 2001 Mattia Fallani (4 presenze in D). Successivamente per lui le avventure con Grosseto e adesso Recanatese.

palermo serie d

Infine, gli ultimi quattro ad aver lasciato Palermo e che oggi si trovano in Lega Pro sono: Andrea Silipo, Christian Langella, Erdis Kraja e Mattia Felici. Silipo, giocatore offensivo classe 2001, ha raccolto 64 presenze in rosanero e da quest’anno è alla Juve Stabia. Discorso diverso per Langella, protagonista della rinascita sia del Bari che del Palermo l’anno successivo: il centrocampista classe 2000 ha lasciato la Sicilia nel 2020 e ha indossato le maglia di Renate, Monopoli e adesso Audace Cerignola. Cammino simile è quello di Kraja (2000), che dopo la Serie D (21 presenze) ha giocato con Grosseto, Lecco e adesso Pescara. Infine, Felici (2001) ha lasciato Palermo dopo il 2019/20 – trasferendosi al Lecce – è poi tornato in C e quest’anno gioca con la Triestina.

Chi oggi gioca in Serie D

C’è chi invece per diversi motivi si trova in Serie D: chi non è riuscito nel salto definitivo, ma anche chi il professionismo l’ha toccato prima dell’avventura al Palermo. Tra questi c’è Giovanni Ricciardo. L’attaccante classe 1986, che dopo l’avventura rosanero (20 presenze) ha indossato le maglie di Seregno, Casale, Acireale (dove è tornato adesso) e Vastese. Più giovane è invece Francesco Vaccaro, che con il Palermo ha raccolto 21 presenze in D. Successivamente, per lui, le esperienze con Pontedera e Mantova in Serie C, Avezzano e Chieti (sua squadra attuale) in Serie D.

Ricciardo

Infine, gli ultimi due attualmente in D sono Salvatore Florio e Lorenzo Bechini. Entrambi, pur essendo in rosa, non giocarono alcuna partita in D con il Palermo. Il primo (2002), rimasto in rosa anche in Serie C, ha poi indossato la maglia del Casarano nella passata stagione, mentre adesso gioca nel girone I con la Sancataldese. Bechini (classe 2001), difensore centrale, dopo il Palermo ha indossato la maglia del Campodarsego (sempre nel 2019/20), del Pisa Primavera e del Real Forte Querceta. Attualmente gioca con la Sanremese, nel girone A.

Chi si trova tra Eccellenza e Promozione

C’è anche chi sempre per svariati motivi gioca tra i dilettanti, tra Eccellenza e Promozione. Danilo Ambro, centrocampista classe 1999, ha giocato 18 partite con il Palermo in D, ma l’anno dopo si è trasferito alla Vibonese in C. In seguito per lui le avventure in D con Trapani, Gelbison e Nocerina. Adesso giocherà con la Don Carlo Misilmeri, in Eccellenza siciliana. Palermitano come Ambro è anche Luca Ficarrotta. Esterno classe ’90, Ficarrotta giocò 15 partite in rosanero. In seguito per lui esperienze in D con Sant’Agata, Troina, Biancavilla, Giarre e adesso si trova sempre in Sicilia, al Siracusa, in Eccellenza. Andrea Ferrante, classe 2001 che al Palermò giocò una sola partita, è adesso all’Audace 1919 (Eccellenza Lazio) dopo l’esperienza al Roma City.

Ambro ritroverà alla Don Carlo Misilmeri due ex compagni al Palermo: Raimondo Lucera e Luigi Mendola. Entrambi nati nel 2000 ed ex giovanili del Palermo prima del fallimento, Lucera giocò 7 partite in D in rosanero, Mendola zero. Infine, Giammarco Corsino, Christian Cangemi e Alessandro Martinelli, che di quel Palermo fu capitano, ma fu poi costretto a ritirarsi (QUI la sua storia). I primi due, entrambi palermitani, non giocarono in D pur essendo in rosa a causa di infortuni e scelte tecniche. Oggi giocano con Resuttana San Lorenzo (Eccellenza Sicilia) e Teramo (Promozione Abruzzo), ripartito dal basso dopo il fallimento. Martinelli invece dovette lasciare il Palermo per un problema cardiaco e adesso gioca con il Mendrisio, tra i dilettanti in Svizzera.

Chi è svincolato, chi si è ritirato e chi… in Champions League!

Gli unici due calciatori svincolati di quel Palermo sono il primo e il terzo portiere: parliamo di Alberto Pelagotti e Gabriele Corallo. Pelagotti (classe 1989) ha difeso la porta del Palermo fino alla scorsa stagione, giocando 96 partite totali. Da luglio 2022 è però svincolato. Gabriel Corallo (classe 2001) era il terzo portiere di quel Palermo e oggi è attualmente svincolato. Si sono invece ritirati tre protagonisti di quell’annata. Il primo è Mario Santana, che ai colori rosanero è rimasto legato, essendo un collaboratore di Corini adesso e di Baldini prima. L’argentino ha giocato 143 partite con la maglia rosanero tra Serie A, B, C e D.

Ferdinando Sforzini invece, classe 1984, ha giocato al Campobasso dopo il Palermo (14 presenze), ma si è successivamente ritirato dopo una carriera tra Serie A, Serie B e Serie C. Un altro argentino di quella rosa era Juan Alberto Mauri: centrocampista centrale classe 1988, giocò con il Palermo 16 partite in Serie D. Infine, c’è chi con il Palermò giocò tre partite in D ma oggi gioca in Serie A (olandese) e in Champions League. Parliamo ovviamente di Lorenzo Lucca, che dopo quella sfortunata annata, segnò 13 gol in C con i rosanero l’anno successivo, prima di passare dal Pisa e firmare nell’estate del 2022 con l’Ajax. Qui non sta trovando tantissimo spazio, ma in 8 presenze ha già segnato 2 gol, più altri 4 con la Primavera degli olandesi.

A cura di Domenico Cannizzaro