22 Giugno 2022

La top 11 della LND dei calciatori ex Serie A in attività tra i dilettanti: ci sono Tavano e Cacia

Una squadra da fare invidia, che vanta nomi altisonanti in tutti i reparti: partendo dal portiere fino ad arrivare al tridente

Vecchie glorie “prestate” al calcio dilettantistico. Un amore senza fine per alcuni ex Serie A che continuano ad incantare sui campi di provincia. Alla base della scelta di scendere di categoria c’è, appunto, la passione sfrenata per questo magico sport. La continua voglia di rincorrere un pallone su un prato verde nonostante l’età avanzata. La LND ha pubblicato sul proprio profilo Facebook la top 11 di giocatori passati dalla massima serie ai dilettanti che hanno giocato nell’ultima stagione. Are you ready? Let’s go!

LND Cacia Tavano
Fonte foto: LND

In porta un classe ’64: la difesa ricorda anni e stagioni ormai passate

In porta troviamo un classe 1964, cinquantotto anni all’attivo e la voglia di difendere i pali della sua squadra come se fosse agli albori della carriera. Stiamo parlando di Marco Ballotta, estremo difensore del Castelvetro di Modena. Ex Modena, Parma, Lazio, Reggiana e Inter, alcune delle formazioni in cui ha militato Ballotta. Vanta ben 223 presenze in Serie A, 178 in B e anche 23 apparizioni a livello internazionale tra Champions, Coppa UEFA e Supercoppa.

Il trittico difensivo scelto dalla LND sciorina anch’esso nomi altisonanti. A partire da Lorenzo Del Prete, che ha giocato nel Novara in quest’ultima stagione. Oltre 200 apparizioni in Serie B con le casacche di Nocerina, Frosinone, Pescara e Perugia. Al suo fianco troviamo Paolo Dellafiore, classe 1985. Latina, Siena, Parma e Torino: tra le tante squadre in cui ha militato, collezionando 293 presenze tra Serie A e B. L’ultimo interprete del pacchetto arretrato è Marco Zamboni. Cominciata nel lontanissimo 1994 la carriera del classe 1977 annovera club come la SPAL (131 presenze), l’Udinese, il Chievo, il Napoli e la Reggina.

LND Cacia Tavano
Cacia

Un centrocampo dalle qualità sopraffine

Il quartetto di centrocampo eleva la qualità del palleggio ad arte. Innanzitutto Ferreira Pinto, che dalla stagione 2014/15 si è accasato continuativamente al Ponte San Pietro in Serie D: ben 266 presenze, 76 gol e 31 assist. Nella massima serie italiana è stato uno delle colonne portanti dell’Atalanta. Poi spunta il nome di Borja Valero. Lui non ha bisogno di presentazioni: metronomo della Fiorentina e dell’Inter. A rendere ancora più stellare la mediana ci pensa Simone Bentivoglio. Classe 1985, centocinque presenze in Serie A e oltre 200 in B: ha indossato le maglie di Chievo, Sampdoria, Bari e Venezia. A concludere il centrocampo c’è Ighli Vannucchi. Ex Empoli, Salernitana e Venezia: vanta 425 presenze tra Serie A e B.

Un tridente d’attacco da paura: quasi mille presenze in massima serie nel complesso

In attacco la LND ha schierato il tridente pesante. Sulla corsia destra compare Francesco Tavano: 657gettoni staccati in carriera e 243 reti messe a segno. In Serie A ha giocato con la Roma, il Livorno e l’Empoli, nel quale ha trascorso la maggior parte del suo tempo collezionando 312 presenze e 120 reti. Come punta centrale ecco Daniele Cacia. Ex Piacenza, Ascoli e Bologna: sono 38 le apparizioni in massima serie, mentre più di 300 in Serie B condite da 134 gol. Infine sulla sinistra c’è Francesco Flachi. Pilastro della Samp, con la quale ha conquistato 279 gettoni e 110 reti: in bacheca vanta anche la vittoria di una Coppa Italia.