8 Novembre 2021

Nardò, il presidente Donadei: “Progetto ambizioso, sogno la serie C”

"Per questa stagione il nostro obiettivo è migliorare l’ottavo posto in classifica dello scorso campionato ma stiamo mettendo le basi per qualcosa di importante".

“Quest’anno ci siamo imposti di migliorare a partire dal managment e dall’efficienza di questa società, che ormai da anni è una realtà consolidata”. Il presidente del Nardò, Salvatore Donadei, racconta ai microfoni di SerieD24.com racconta il nuovo progetto del suo club protagonista nel girone H di Serie D.

“Dal punto di vista del campo il nostro obiettivo è migliorare l’ottavo posto in classifica della passata stagione: nonostante la falsa partenza, siamo convinti che questa squadra può lottare per gli obiettivi prefissati. Il futuro spero sia roseo. Quando ci siamo insediati abbiamo costituito un progetto a breve-medio termine: mi sento di dire che, grazie all’ambizione di questa società, nel giro di due anni possiamo toccare con mano l’obiettivo professionismo”.

“Ecco perchè abbiamo scelto De Candia in panchina”

Il Nardò a causa di un avvio deludente è stato costretto a cambiare allenatore. Dopo l’esonero di Totò Ciullo, in panchina è arrivato Pasquale De Candia. “Abbiamo scelto lui perchè è un ottimo motivatore e siamo felici che abbia dato fin da subito una svolta alla stagione di questa squadra: eravamo consapevoli del potenziale dei nostri ragazzi, sia degli over che degli under e lui ha fin da subito lavorato sulla testa dei calciatori per imprimergli una mentalità vincente. Non a caso ieri è arrivata un’importante vittoria in rimonta contro la Mariglianese”.

Il colpo di mercato last minute Antonio Caputo

Nell’ultimo giorno di mercato, la società si è regalata il ritorno dell’attaccante Antonio Caputo dal Molfetta: “Antonio lo scorso anno è stato un giocatore imprescindibile per noi: prima del black out generale di fine stagione, ha fornito prestazioni importanti e si è guadagnato la fiducia da parte di società e tifoseria. Purtroppo ad inizio estate non ci sono stati i presupposti per continuare insieme e ha fatto un’altra scelta, ma a meno due ore dal termine ultimo della sessione “estiva” di mercato, una chiamata ha fatto riaprire le speranze di averlo e nel giro di attimi lo abbiamo riportato a casa. Siamo felici e già i suoi frutti sono maturati: un suo goal ha permesso di portarci a casa tre punti domenica contro la Mariglianese. Sono sincero, la lucidità sotto-porta di Caputo ce l’hanno veramente in pochi in C, figuriamoci in D, quindi ce lo teniamo stretto”.

Mercato no-stop per migliorare la squadra

La società lavora continuamente per migliorare il progetto Nardò: “Oltre Caputo è tornato anche Gabriele Gallo, ragazzo 2001 che lo scorso anno ha avuto numeri importanti con noi, tra goal e assist. Inoltre una menzione particolare va a Gianmarco Mancarella, classe 2002, che sta facendo cose straordinarie, non per ultimo il goal arrivato contro la Mariglianese: un ragazzo spettacolare con la s maiuscola, con personalità e determinazione da vendere alla sua età”.

A cura di: FILIPPO FERRANTE