17 Marzo 2022

L’ascesa di Zanimacchia: dal Viareggio con la Rappresentativa D alla Serie A

Il classe '98 si è rivelato uno dei protagonisti della promozione in A della Cremonese

Una delle più grandi realtà del campionato di Serie B è la Cremonese di Fabio Pecchia, trascinata dai gol di Ciofani e Buonaiuto e dalla classe di Fagioli. Oltre a loro, un altro talento si sta mettendo in risalto: Luca Zanimacchia. L’ala classe 1998 ha contribuito alla grande alla promozione in Serie A della sua Cremonese. Un’autentica coronazione di un percorso partito da molto lontano…

L’esperienza di Zanimacchia in Serie D

La sua storia parte dal fallimento del Varese nell’estate del 2015, con Zanimacchia che si trova svincolato e riparte dalla Serie D, al Legnago club. Una decisione coraggiosa per un giocatore che aveva giocato al massimo fino agli Allievi nazionali. L’avventura in biancazzurro è assolutamente soddisfacente, andando in gol per ben cinque volte in ventidue presenze. Questi ottimi risultati lo portano ad essere convocato nella Rappresentativa Serie D nel Viareggio 2016, occasione in cui scenderà in campo tre volte.

La Juventus e i vari prestiti

Nell’estate del 2016 approda al Genoa, club dove resterà per due stagioni, giocando solo nella formazione Primavera rossoblù. La chance più importante arriva nel 2018, quando, la Juventus lo chiama per entrare a far parte della neonata formazione Under 23, in Serie C. In bianconero ha occasione di disputare 69 presenze e 10 gol, vincendo la coppa Italia di Serie C nel 2020. Ma l’emozione più grande arriva a fine del campionato 2019-2020, il 29 Luglio, con l’esordio in Serie A con la Juventus, nella gara persa contro il Cagliari per 2-0. L’anno dopo viene girato in prestito al Real Saragozza, in Serie B spagnola, esperienza dove lascia poco il segno, per poi finire alla Cremonese, dove si è imposto come uno dei trascinatori dei grigiorossi.

La Serie A con la Cremonese

Zanimacchia a Cremona ha trovato la giusta continuità di cui aveva bisogno. Fabio Pecchia l’ha lanciato con coraggio, messo a proprio agio nella sua mattonella ideale e i risultati sono arrivati. Il bottino parla di 8 gol e 5 assist, numeri che hanno sicuramente contribuito alla cavalcata della Cremonese verso la Serie A. Per il 4-2-3-1 di Pecchia è fondamentale, oltre che perfetto per caratteristiche tecniche e tattiche.

Zanimacchia

A cura di Niccolò Parenti