10 Maggio 2022

Forlì, casting in corso per il prossimo direttore sportivo

Tra i candidati ci sarebbero tre uomini dal passato nel professionismo e tra i dilettanti: il Forlì vuole ripartire con decisione

Il Forlì guarda al futuro. L’improvvisa scomparsa del direttore sportivo Carlo Di Fabio è stata molto difficile da metabolizzare. L’uomo, molto amato sia dai tifosi che dalla società, sarà ricordato nella prossima estate con diversi tornei a lui intitolati. Nella prossima stagione, però, si deve pensare ad un nuovo direttore sportivo che possa onorare il gran lavoro svolto da Di Fabio. Sul taccuino della dirigenza del Forlì ci sarebbero al momento tre nomi per il ruolo di direttore sportivo: Andrea Mussi, Matteo Sabbadini, Alessandro Degli Esposti.

Mussi
Andrea Mussi (Foto: Siena Calcio)

Forlì, i nomi dei candidati a direttore sportivo: professionismo, Serie D e grandi risultati

Andrea Mussi, 44 anni, è il primo nome della lista del Forlì. Direttore sportivo ma anche Responsabile scouting, la carriera del dirigente è stata molto variegata. L’inizio nel 2015 come direttore sportivo del Pavia, poi il passaggio alla Pro Vercelli come responsabile scouting, Albissola e Carpi come direttore sportivo ed infine tra settembre e gennaio scorso l’approdo al Siena, sempre come responsabile dello scouting. Nella scorsa estate l’inizio della collaborazione, da settembre l’inserimento ufficiale nello staff.

Matteo Sabbadini, 46enne ravennate, tra lo scorso settembre e lo scorso dicembre ha ricoperto il ruolo di direttore sportivo alla Sambenedettese. Dopo 6 stagioni al Ravenna, Sabbadini è stato esonerato nello stesso momento dell’allenatore Mauro Antonioli, dopo la sconfitta di Coppa Italia contro la Recanatese. Il 16 dicembre 2021, infatti, la Sambenedettese stava attraversando un momento difficile con 6 sconfitte nelle ultime 8 partite. La mossa ha portato i suoi frutti perché la Sambenedettese non solo si è salvata ma punta i playoff.

Alessandro Degli Esposti, 41 anni, è il terzo profilo che piace alla dirigenza emiliana. Voluntas Spoleto, Sporting Terni, Ternana, Maceratese, Parma, Audace Cerignola, Pescara, Bitonto, Torres e Fidelis Andria: queste le realtà dirette da Degli Esposti. La scorsa stagione una salvezza in Serie D con la Torres che ad inizio anno sembrava impossibile, lo scorso novembre, invece, l’esonero in Serie C con la Fidelis Andria. Alla squadra, penultima nel Girone C, serviva uno scossone e tra coloro che dovevano andarsene c’era anche lui. Al momento, i pugliesi sono impegnati nei playout per non retrocedere.

Forlì direttore sportivo
Manuel Pera esulta per il suo Forlì

La stagione del Forlì: Pera decisivo per una salvezza tranquilla

Una stagione non troppo tranquilla quella degli emiliani, che occupano, però, momentaneamente l’undicesimo posto del Girone D. Giovanni Cornacchini, Massimo Gadda, Oscar Farneti ed infine Mattia Graffiedi. Dopo 4 allenatori il Forlì ha ritrovato la stabilità e – grazie anche ai 14 gol di Manuel Pera – ha conquistato l’aritmetica certezza di disputare la prossima Serie D. Sconfitti 2-1 dal Mezzolara nell’ultima gara, i biancorossi se la vedranno con Fanfulla e Correggese. Poi, la stagione 2021/22 sarà archiviata e in quel di Forlì si penserà a programmare la prossima. Sarà uno tra Mussi, Sabbadini e Degli Esposti il nuovo direttore sportivo?

A cura di Simone Schillaci