5 Novembre 2022

Fasano, Tisci: “Non sono uno che si piange addosso”

Le parole di Ivan Tisci alla vigilia del match con il Casarano

Il Fasano di Ivan Tisci è pronto a riscattarsi. La sconfitta di domenica scorsa contro il Francavilla in Sinni ha fatto abbandonare la vetta della classifica ai biancazzurri. In settimana è arrivata anche l’eliminazione in Coppa Italia contro l’Altamura, gara decisa dal gol di Molinaro nel corso della prima frazione. Domani al ‘Curlo‘ arriverà il Casarano, una delle corazzate del girone H che punta alla promozione in Serie C. Vincere dunque sarà tutt’altro che scontato. Tisci alla vigilia del match ha presentato la gara alla stampa.

Tisci Fasano

“Non sono uno che si piange addosso”

Il Fasano di Tisci vuole tornare a vincere per archiviare le ultime due uscite. L’allenatore in conferenza ha parlato della condizione della squadra: “Per quanto riguarda l’aspetto mentale parlerà il campo. I ragazzi sono dispiaciuti per gli ultimi due risultati ma sono già concentrati a domani. Bisogna avere pazienza e rispetto, dobbiamo tornare a fare il Fasano“.

Le due sconfitte hanno portato via qualche critica di troppo, Tisci però non fa drammi: “Non sono uno che si piange addosso. Alla prima settimana storta è molto facile iniziare a vedere gli spettri, io non ne vedo. Le sconfitte possono arrivare e fanno parte del percorso. Non mi farò condizionare da due risultati negativi“.

Tisci Fasano
Foto: facebook U.S. Città di Fasano

Fasano, Tisci sul Casarano: “Squadra forte piena di individualità”

Domani il Fasano dovrà rendersi protagonista di una grande prestazione per battere il Casarano. Tisci ha detto la sua sulla formazione guidata da Costantino: “Dall’altra parte ci sarà un Casarano forte sotto tutti i punti di vista, anche loro però dovranno battagliare per batterci. Per come li ho studiati ho visto una squadra piena di individualità capaci di cambiare la partita da un momento all’altro“.

L’allenatore biancazzurro ha concluso la conferenza con quella che secondo lui può essere la chiave della partita: “Potrebbero risultare decisivi i calci piazzati. Le palle inattive sono sempre una grande risorsa per tutti, potrebbero crearsi occasioni importanti da entrambe le parti“.

A cura di Francesco Giudice