3 Agosto 2022

Catania, Ferraro: “Vogliamo i professionisti”. La presentazione

In diretta le parole dei protagonisti del nuovo Catania che affronterà il prossimo campionato di Serie D: "Catania mi apprezzerà"

Il Catania si presenta ufficialmente alla stampa e alla città. Nella splendida cornice del President Park Hotel di Acicastello stanno prendendo parte ad una conferenza stampa tutti i protagonisti dei rossoazzurri. Giovanni Caniglia, Antonello Laneri, Giovanni Ferraro, Luca Carra, Vincenzo Grella, Marco Biagianti: questi i protagonisti della conferenza stampa che ha appena avuto inizio e di cui seried24.com riporterà le dichiarazioni principali.

Catania

Il Team Manager Marco Biagianti: “Ci metterò tutta la mia passione”

Il primo a prendere parola è Vincenzo Grella che con una battuta presenta i nuovi membri societari: “Presento Antonello Laneri, sono stato più con lui che con mia moglie in questi giorni“. Parole anche su Caniglia e il nuovo Team Manager: “Caniglia è uno degli advisor più importanti del gruppo Pelligra. Presento anche il nuovo Team Manager Marco Biagianti“.

Emozionato il nuovo Team Manager Marco Biagianti, con un grande passato nella società siciliana: “Ringrazio la società per questa opportunità, la mia storia la conoscete bene. Ci metterò tutta la mia passione e il mio cuore per questo nuovo ruolo importante e bello. Starò al fianco di Ferraro, forza Catania“.

Giovanni Caniglia sullo stadio: “Spingeremo per dare un progetto”

Arriva, poi, il turno di Giovanni Caniglia: “Sono orgoglioso di essere con voi. Voglio sottolineare il lavoro di Grella e del DS Laneri e di Luca Carra. Sono impressionato per come stanno lavorando, un team di professionisti per riportare fiducia in una stagione che sarà interessante. Pelligra tiene a portare fatti e non solo parole“.

Parole anche per lo stadio: “Su Torre del Grifo, noi vogliamo le migliori strutture per il Catania. Ora tutto nelle mani del procuratore. Per quanto riguarda il comune, con l’assessore Parisi stiamo collaborando, i lavori dello stadio inizieranno fra 15 giorni per riadattarlo. Noi come gruppo spingeremo per dare un progetto per lo stadio“.

Antonello Laneri racconta, invece, il motivo della scelta di Ferraro: “Ringrazio la società per la fiducia riposta in me. Abbiamo scelto Giovanni Ferraro, lo conoscevo e apprezzavo perché ci ha dato difficoltà ad affrontarlo. Abbiamo scelto qualcuno che conosca bene la categoria. So che ci darà tante soddisfazioni, ha giocato a calcio e conosce le dinamiche“.

Catania, le prime parole di Giovanni Ferraro: “Per me una chance importante”

Prende la parola anche il nuovo allenatore Giovanni Ferraro che svela lo staff: “Ringrazio la società, Grella, Laneri, Carra. Voglio presentare il mio staff, Michele Zeoli, Lele Catania, Tomei preparatore dei portieri“. Un pensiero, chiaramente, anche alla città: “Catania è una città importante, siamo stati scelti per riportare la squadra tra i professionisti“.

Il nuovo allenatore del Catania sottolinea come sia importante legare con gli atleti: “Sono un allenatore legato ai calciatori, il Catania chiunque verrà capirà cosa sta indossando”. Prima di pensare al professionismo occorre, però, una mentalizzazione per la Serie D: “Il percorso di una squadra è lungo. Noi abbiamo una mentalità importante, Catania è una città che ha giocato in Serie A. Però dobbiamo mentalizzarci per la Serie D“.

La Serie D è un campionato molto difficile e questo Ferraro lo sa bene: “Conosco la categoria, abbiamo dovuto affrontare le problematiche di questo campionato. Dobbiamo avere questo spirito di adattamento per questo torneo. Questo è fondamentale. Non dobbiamo sbagliare l’approccio, perché i campionati sono lunghi e faticosi, non si vincono a gennaio ma a maggio. La Serie D l’ho fatta da giocatore anche in Sicilia, è importante conoscere gli avversari. Raggiungiamo questo obiettivo con unità e compattezza“.

Ferraro sulla vicinanza dei tifosi: “Vogliamo portarli dalla nostra parte col lavoro sul campo”

Fondamentale per Ferraro l’inizio della stagione: “La partenza deve essere compatta, è fondamentale avere tutti la stessa testa. Vogliamo portare i tifosi della nostra parte con il lavoro sul campo“. Ferraro si ritiene poi orgoglioso dell’occasione: “Per me è una chance importante. Catania mi apprezzerà per il lavoro sul campo“.

L’unione come tratto fondamentale, perché l’unione fa la forza: “Dobbiamo essere tutti uniti per la causa del Catania. Se sono qui è anche grazie a tutte le società che hanno creduto in me e tutti i calciatori che mi hanno accompagnato in questi anni. Catania è un punto importante per la mia carriera“.

Parole importanti per tutti gli attori societari e per… i social: “Biagianti e Zeoli sono importanti per Catania, è fondamentale averli con me. Sono uno che non ama i social. Per me conta il campo, non so usare i social“. Parola d’ordine calma, occhio agli imprevisti: “A Giugliano vincevamo e mi chiedevano di venire sotto la curva. Io rispondevo che è meglio farlo a fine campionato, perché l’imprevisto è sempre dietro l’angolo“.

Catania

Il ds Laneri sul Catania che verrà: “Ci saranno ex come segnale di appartenenza”

Il direttore sportivo Antonello Laneri fa chiarezza sulla rosa: “I giocatori a disposizione formeranno una rosa composta da under: tre 2001, tre 2002, e tre 2003“. Attenzione anche alla possibilità di nuovi ex: “Per i catanesi per me è importante dare un segnale di appartenenza alla città. È importante capire perché si viene a giocare a Catania, ci saranno ex per dare un preciso indirizzo ai nuovi“.

Luca Carra, invece, espone le questioni operative: “Stiamo facendo tante cose a livello operativo. Dare delle tempistiche sulla campagna abbonamenti ancora stiamo discutendo col Comune per i posti. Sulle maglie aspettiamo due settimane per i tempi tecnici“. Tra gli argomenti i diritti televisivi: “I diritti televisivi le società cedono alla LND i diritti. La settimana prossima incontreremo emittenti per rilasciare i diritti. Abbiamo avuto contanti con alcuni gestori“.

Vincenzo Grella si sofferma sulla questione allenamenti: “Gli allenamenti stiamo valutando se farli a porte aperte. Stiamo parlando con il comune di Ragalna per la sicurezza. Dalla Federazione vogliamo conferme“. Il ds Laneri torna, infine, sulle amichevoli: “Abbiamo già programmato delle amichevoli, a breve le comunicheremo“.