16 Marzo 2022

Casarano, Monticciolo: “Contestazioni? Dobbiamo remare tutti insieme”

La squadra rossazzurra sta vivendo un momento di grande forma. L'allenatore del club, Alessandro Monticciolo, ha fatto il punto della situazione ai nostri microfoni

Monticciolo Trapani

Il Casarano viaggia a ritmi elevati. I rossazzurri hanno ottenuto 4 vittorie e 2 pareggi nelle ultime 6 giornate di campionato e sono posizionati al 10^ posto del girone H con 35 punti in 27 gare disputate. Una partita in meno e tanta voglia di portare la società in alto, questa è la motivazione che spinge l’allenatore Alessandro Monticciolo, che ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di seried24.

L’attuale allenatore del Casarano è subentrato a stagione in corso, dopo la pesante sconfitta maturata in casa contro il Nola. Monticciolo ha toccato punti interessanti, quali gli obiettivi del club, il mercato, il lavoro svolto da quando siede sulla panchina rossazzurra e, infine, lancia un appello ai tifosi.

Foto: Asd Team Altamura pagina Facebook

“Sarà una lotta fino all’ultima giornata”

L’allenatore rossazzurro esprime il suo punto di vista sul campionato, chiarendo gli obiettivi della squa squadra: “Sembra che nella parte bassa della classifica le squadre abbiano incominciato ad avere un rullino di marcia davvero importante. Nonostante abbiamo fatto tanti punti nelle ultime uscite siamo comunque in quella posizione, che non ci piace per niente. Vogliamo cambiare questa situazione, abbiamo anche una partita in meno. In questo campionato ci sono tante belle squadre, che si sono rinforzate.

Domenica abbiamo incontrato una bellissima Mariglianese, ricca di giocatori sia esperti sia giovani. La rimonta del Brindisi, ci sono tante compagini che camminano velocemente. Sarà una lotta fino all’ultima giornata“.

“Il Casarano ha una grande storia, i calciatori lo hanno capito”

Duro lavoro per trascinare la squadra dopo un momento buio, maturato al termine della sfida contro il Nola: “Ho trovato una squadra in un momento particolare, venivano da una sconfitta pesante in casa contro il Nola. Alla prima partita abbiamo incontrato un Fasano in una fase di grande forma e in piena corsa, ma da quel momento in poi abbiamo fatto capire ai calciatori che stavano giocando per il Casarano, una squadra di grande storia e tradizioni“.

“A volte non bisogna cambiare tanto”

Sul mercato: “Il mercato è stato concordato con il direttore sportivo e e la società. La società mi ha messo a disposizione dei calciatori nella finestra di mercato, ma io ho preferito lavorare con i ragazzi che avevo perché ritenevo fosse la squadra giusta. A volte non bisogna cambiare tanto, bisogna lavorare su quello che hai a disposizione e cercare di migliorare i calciatori che hai a disposizione“.

“Tutti insieme per il bene del Casarano”

Infine, una piccola battuta sull’ambiente intorno al Casarano: “Quando sono arrivato non ho trovato un ambiente ottimista. Io credo sempre che alla lunga se hai grande passione, fai vedere che sei una brava persona e tieni al tuo lavoro, alla fine vieni ripagato. Domenica c’è stato un coinvolgimento da parte del pubblico, anche se c’è stata una piccola contestazione da parte di una frangia che ha sempre contestato il presidente. Io dico a queste persone, se vogliamo intraprendere un percorso dobbiamo lasciare queste questioni nel cassetto e ripartire, tutti insieme, per il bene del Casarano“.