26 Ottobre 2022

Savoia, Emanuele Filiberto: “Sono turbato, ma non indietreggio. Ci vediamo a Torre Annunziata”

Continua il botta e risposta tra Emanuele Filiberto e l'attuale dirigenza del Savoia: "Potevano manipolarci, il titolo è oggetto di contenzioso"

Chi è Emanuele Filiberto patrimonio

Emanuele Filiberto non indietreggia ed è convinto ad acquistare il Savoia Calcio. In un comunicato stampa, infatti, il principe di Piemonte e Venezia ha annunciato di voler continuare l’iter per rilevare la società in Eccellenza Catania. Il comunicato risponde alle recenti vicissitudini legate all’attuale società, ora in vendita. 

Il comunicato di Emanuele Filiberto 

Sono stato informato – spiega nel comunicato stampa a sua firma – delle ultime vicissitudini che ruotano intorno al Savoia Calcio. Circostanze misteriose e ignote’, come dice il dottor Matachione, oggi purtroppo sono emerse in tutta la loro drammaticità. Malauguratamente, quelle che pensavamo essere interlocuzioni serie si sono invece mostrate trattative iniziate all’insegna della inaffidabilità.

“Un tentativo maldestro di accelerare i tempi, per vendere un titolo oggetto di contenzioso. È noto, infatti, come emerso anche da articoli di cronaca, che è in fase avanzata un procedimento, dove l’ex patron del Savoia rivendica il titolo. Confesso di essere davvero turbato!”.

Emanuele Filberto a ruota libera

Quindi Emanuele Filiberto di Savoia risponde anche ad un post provocatorio di un avvocato sulla pagina ufficiale del club. “Un legale – spiega -, ovvero Armando Cirillo (che coabita nello studio Cirillo/Starita, ma di fatto non ne è socio), mi ha sottilmente aggredito su un post della pagina ufficiale del Savoia, mettendo in discussione con affermazioni gratuite la mia serietà. Alla fine, guarda caso, si scopre che, nelle interlocuzioni avute con il legale nominato dalla società, omette di rappresentare la circostanza più importante: il titolo è oggetto di contenzioso!”.

Il principe non risparmia una critica anche all’attuale presidente della società, Mario Pellerone. “Potrebbe perdere il titolo – spiega Emanuele Filiberto – in caso decisione sfavorevole del Giudice e si è esposto pubblicamente ribadendo un ‘diktat’ di cui oggi amaramente apprendiamo le ragioni, laddove mi è giunta notizia che il 17 ottobre era addirittura programmata la sua audizione in Tribunale!”.

Se non fossimo venuti a conoscenza – prosegue – di questa informazione allarmante, io e il comitato che rappresento saremmo stati potenzialmente oggetto di una vera e propria manipolazione. Ciò mi induce a sospettare delle buona fede dei possibili contraenti. Ci tengo a rassicurare, però, i tifosi, che io non indietreggio!”.

Emanuele Filiberto Savoia

Emanuele Filiberto a Torre Annunziata 

Emanuele Filiberto, inoltre, ha annunciato di aver indetto una conferenza stampa per il 9 novembre che si terrà alle ore 11 presso la Basilica della Madonna della Nevedove incontrerà i giornalisti e anche i tifosi. “Sarà l’occasione giusta – ha concluso – per ribadire la mia volontà di andare avanti in trasparenza e legalità, oltre che esporre le line guida del nuovo progetto. Nel pomeriggio dello stesso giorno incontrerò anche i tifosi”. 

Quella che era un’idea, oggi è divenuta una convinzione. lo ci credo, e con me sono sicuro ci crederanno tutti quei sostenitori del Savoia. In buona fede, aspettano solo di essere trascinati positivamente in una avventura calcistica all’insegna di una sana passione sportiva e dell’amore per la propria squadra”.