27 Agosto 2022

Termoli, solidarietà per il Campobasso: “Rivali da sempre ma uniti”

Nella giornata di ieri, venerdì 26 agosto, Campobasso e Teramo sono state escluse dal campionato di Serie C. Il Consiglio di Stato ha dunque confermato le sentenze di giustizia sportiva e TAR. Ora, per le due società parte una vera e propria corsa contro il tempo per far evitare che le due città restino senza calcio per l’intero anno.

Il mondo del calcio unisce. La dimostrazione è stata data dalla società del Termoli, squadra storicamente rivale del Campobasso. La stessa società, infatti, ha espresso piena solidarietà agli avversari e ai suoi tifosi attraverso un comunicato tramite i propri canali ufficiali.

Termoli Campobasso

Il comunicato di solidarietà del Termoli ai rivali del Campobasso

Vista la delicatezza della situazione il Termoli, storico rivale del Campobasso, ha deciso di deporre questa volta l’ascia di guerra e dimostrare vicinanza al club avversario.

La Società del Termoli esprime solidarietà al Campobasso e ai suoi tifosi a seguito degli eventi verificatesi in data odierna. Esiste una storica e sana rivalità tra le nostre tradizioni calcistiche ma questa società si schiera sempre e solo dalla parte del pallone e dello sport in generale. Riprendiamo le parole del grande Diego Armando Maradona: “il pallone non si sporca.

Termoli Campobasso
Facebook – S.S Campobasso

Non entriamo nel merito delle decisioni prese, ma, oltre ad essere l’FC Calcio Termoli 1920 siamo prima di tutto sportivi e prima ancora molisani. Noi termolesi siamo un popolo fiero e tenace, ma anche umile e comprensivo rispetto a chi si trova in difficoltà. Ci rincresce assistere a questa vicenda in quanto sappiamo bene che dietro queste realtà sportive si celano tanti sacrifici“.

Auguriamo alla Città di Campobasso, con la sua importante tradizione di calcio professionistico, e ai suoi tifosi, di riacquistare presto il posto che merita nelle categorie che le competono. Speriamo di trovarci un giorno a combattere una contro l’altra nel calcio che conta, mantenendo ferma la nostra fede giallorossa“.