24 Settembre 2022

Altamura-Gravina, Ginestra: “Difficile vincere 14 contro 11…”

Il "derby della Murgia" termina sul risultato di 1-1. Padroni di casa beffati al 97'. Le dichiarazioni di Ciro Ginestra

Nella giornata di ieri si è giocato l’anticipo tra Team Altamura e Gravina, valido per la quarta giornata di campionato del Girone H.

Allo stadio “D’Angelo” non sono mancate le emozioni per quello che è uno dei derby più sentiti della categoria. I padroni di casa passano a condurre il match al 72′ con il colpo di testa vincente di Molinaro che anticipa la difesa dei gialloblè. Quando ormai i tre punti erano in pugno, ecco la beffa: dopo un largo recupero concesso dall’arbitro, il Gravina approfitta di una disattenzione e Coppola, con un tiro dalla distanza, sigla la rete del definitivo 1-1. Un risultato che frena, almeno per ora, la corsa verso i playoff per la promozione in Lega Pro.

Nel post-partita, Ciro Ginestra, allenatore di Team Altamura, si è lasciato a diverse dichiarazioni anche nei confronti della terna arbitrale. Le sue parole.

Altamura
Altamura

Team Altamura, tutta la delusione (e qualche polemica nei confronti degli arbitri) di Ginestra nel post-partita

Non sono mancate le polemiche in direzione degli ufficiali di gara. L’allenatore del club biancorosso duro nei confronti degli arbitri e delle penalizzazioni fino ad ora ricevute.

“La prestazione della squadra è stata straripante, dominante, meritavamo di vincere nettamente questa partita. Quando non meritiamo di vincere sono il primo a dirlo ma questo non è il caso: abbiamo disputato una grande partita sotto diversi aspetti, però è dura vincere 14 contro 11 tutte le volte. Mi preme dirlo perché è la seconda partita su quattro che meritiamo di vincere e non vinciamo, non per demerito nostro, con tutto il rispetto per il Gravina, ma per demerito di altre persone.

Non si sono mai visti così tanti minuti di recupero in Serie D, la conduzione della gara non è stata all’altezza e non è la prima volta che succede. Non voglio essere in malafede perché non mi piace però faccio questo lavoro da dieci anni e mi metto in discussione tutti i giorni, dovrebbe fare lo stesso chi vien qua ad arbitrare, così come quelli che erano presenti a Cava. Ritorno a quell’episodio perché ci è stato annullato un gol tre minuti dopo che la squadra aveva esultato. Stasera subiamo il gol del pareggio al ’97, a casa nostra. Chiediamo spiegazioni all’arbitro e non ci dà una risposta, questo mi dispiace.

Nonostante il risultato che ci penalizza, l’Altamura ha vinto moralmente per la seconda volta in questo campionato. Questa squadra fino ad oggi ha fatto risultato, ora è importante tenere il morale alto nonostante ciò che è accaduto perché la nostra partita è stato di alto livello. In queste prime quattro gare ci mancano cinque punti che andremo a chiedere alla Lega alla termine della stagione. Siccome noi lavoriamo tutta settimana e c’è gente che investe i soldi pretendiamo rispetto dalla gente e dal calcio. Oggi chi deve vincere deve dimostrarlo sul campo, non deve essere aiutato.

Ginestra elogia l’atteggiamento e la prestazione fornita dai suoi ragazzi

L’allenatore dei padroni di casa ritorna sulla partita, analizzando il match.

Dopo il vantaggio abbiamo avuto diverse occasioni per trovare il 2-0, non dobbiamo mai accontentarci. Oggi la squadra non ha sbagliato niente, ha avuto un grande atteggiamento, ha dominato la partita per 90 minuti. Forse, solo gli ultimi minuti del primo tempo abbiamo concesso qualcosa. Noi abbiamo avuto tante occasioni ma il calcio è anche questo, è caratterizzato da episodi. In queste prime quattro giornate abbiamo pagato dazio più del dovuto.

Ci sono allenatori fortunati e allenatori meno fortunati. C’è anche questo nel calcio”.

Team Altamura, tenere alto il morale e continuare a lavorare per i tifosi

L’unica nota lieta della serata sono stati i tifosi che hanno sostenuto la squadra per tutti i novanta minuti. Il commento di Ginestra, allenatore del Team Altamura.

Mi dispiace perché dopo una prestazione del genere i miei giocatori avrebbero meritato di esultare insieme a loro, però purtroppo oggi centriamo ben poco con quello che è il risultato finale, ancora una volta la dea bendata si è messa tra noi e la vittoria. Adesso dobbiamo essere bravi a mettere da parte questa partita e cercare di continuare a lavorare. Siamo una squadra forte e continueremo a dimostrarlo”.