31 Ottobre 2023

Paganese-Andria in streaming e in tv: dove vedere la partita

Tutto ciò che c'è da sapere su uno dei big match del girone H

Nardò-Andria streaming tv

Paganese-Andria, dove vedere la partita in streaming e in diretta tv – Turno infrasettimanale per cuori forti quello che si appresta a vivere il girone H di Serie D nella sua nona giornata. Sono tanti infatti gli scontri diretti, sia in coda ma soprattutto in cima alla classifica. Tra questi fari puntati su Paganese-Andria, quarte in classifica a braccetto nel trenino che comprende anche Casarano e Nardò.

Paganese-Rotonda streaming tv

I padroni di casa proveranno a sfruttare la spinta del Torre per tornare al successo dopo il brutto stop nel derby contro la Gelbison, nonché prima sconfitta stagionale per Coquin e compagni. Non vince dall’1 ottobre invece la Fidelis Andria che – Coppa a parte – ha trovato la via della rete solo in due delle ultime quattro uscite. Di seguito tutto ciò che c’è da sapere sulla partita.

Paganese-Andria, dove vedere la partita in streaming e in tv?

Dove vedere in streaming e in tv la sfida tra Paganese e Andria? La gara – in programma mercoledì 1 novembre alle ore 15 – si può vedere gratuitamente in diretta tv e in streaming sulle emittenti Telesveva e Antenna Sud.

Fasano Andria diretta

Come arrivano le due squadre

Nella scorsa giornata è andata di scena la copia più sbiadita fin qui vista della Paganese. Gli azzurro stellati hanno infatti perso l’imbattibilità nel derby contro la Gelbison. Il pesante ko non cambia tuttavia l’ottimo giudizio sull’undici di Agovino che resta stabilmente nei piani alti della classifica. I campani nel test contro la Fidelis Andria proveranno a sfruttare il tifo amico del Torre, capace di portare fin qui 8 dei 13 punti in classifica.

Non è servito il ritorno di Francesco Farina in panchina per risollevare la Fidelis Andria. La squadra federiciana ormai ha smarrito l’appuntamento con la vittoria dopo un inizio più che positivo. La classifica molto corta è tuttavia alleata di Scaringella e soci che, complici anche le assenze, non vincono addirittura dal match interno contro il Gravina del 1 ottobre. L’attacco abulico visto nell’ultimo periodo – eloquente lo 0-0 contro l’Angri – cerca riscatto su un campo storicamente ostico.