1 Marzo 2022

Ossese, Masia: “No alla guerra, la mia compagna sotto le bombe”

Il gesto e le parole del presidente dell'Ossese, Marco Masia. "La mia compagna è sotto i bombardamenti, sono preoccupato"

partite truccate

Sono giorni e ore decisamente delicate in tutto il mondo a causa della situazione in Ucraina. Anche nel mondo del calcio dilettantistico sono tante le manifestazioni di protesta, tutte nelle stessa direzione: “No alla guerra”. In ordine cronologico, l’ultima iniziativa nel panorama dilettantistico è quella dell’Ossese, club di Eccellenza. In occasione della recente sfida contro il Ghilarza, prima dell’inizio del match la squadra sarda ha esposto uno striscione contro la guerra. Di seguito, ha parlato a unionesarda.it il presidente del club, Marco Masia.

Covid
Covid

“Un piccolo contributo, sono preoccupato per la mia compagna”

Attraverso unionesarda.it, arrivano le parole del presidente del club sardo, Marco Masia. Quest’ultimo, particolarmente preoccupato per la compagna: “Con il gesto di qualche giorno fa abbiamo voluto dare un nostro piccolo contributo– spiega Masia. “Nello specifico io mi sento particolarmente colpito e preoccupato, perchè la mia compagna si trova a Kiev sotto i bombardamenti…”