31 Agosto 2023

Il Molfetta attende e spera nella D, intanto chiude un colpo dal Brindisi

Il Molfetta torna a sperare nella Serie D e intanto stringe per Palumbo dal Brindisi

Molfetta

La complessa situazione che sta riguardano il calcio italiano e più nello specifico Reggina e Pordenone sta interessando sempre di più anche un’altra squadra: il Molfetta. I pugliesi infatti, alla luce delle recenti sentenze del Consiglio di Stato sono tornati a sperare in una riammissione in Serie D. Questa si potrebbe verificare però solamente qualora ci dovesse essere solo un’iscrizione in sovrannumero (per l’appunto o quella della Reggina o quella del Pordenone). Uno scenario molto complesso e articolato ma che, a 10 giorni dall’inizio del campionato, dovrà arrivare ad una conclusione.

Palumbo Brindisi Serie D Top gol

Intanto però il Molfetta ci spera e sul mercato si muove per non farsi trovare impreparata. Stando a quanto raccolto dalla redazione di Seried24.com i biancorossi avrebbero chiuso l’accordo per Francesco Palumbo, centrocampista classe 2001 ex Foggia e Lecce.

Molfetta, chi è Francesco Palumbo

Il Molfetta continua ad attendere, impaziente di conoscere se prenderà parte al campionato di Serie D 2023/2024 o se dovrà disputare l’Eccellenza. Nel frattempo, però, la società non rimane inerte, e agisce sul mercato, fiduciosa di ricevere buone notizie.
I biancorossi hanno infatti chiuso l’accordo con Francesco Palumbo, la scorsa stagione giocatore del Brindisi campione del girone H.

La carriera del giovane trequartista classe 2001 si è finora svolta interamente in terra pugliese. Cresciuto nel Taranto e nel Foggia, ha concluso il suo percorso giovanile nella Primavera del Lecce. Successivamente, ha vestito le maglie di Brindisi e Bitonto, prima di tornare nuovamente alla corte di Danucci, per vincere il campionato. Il suo bottino in Serie D, ad appena 22 anni è di tutto rispetto: 82 presenze, condite da 4 gol e 7 assist.

Ora, in uscita dal club neopromosso in Lega Pro, è sempre più vicino alla firma con il Molfetta, sperando ovviamente di continuare la sua esperienza nel massimo campionato dilettantistico, e di non scendere di categoria.