3 Marzo 2022

Da -9 a -3 in 7 giorni: il momento d’oro della Casertana

Il momento d'oro della Casertana, capace di accorciare il distacco dalla zona playoff. Feola avverte: "Guardiamoci dietro"

La Casertana ha rialzato la testa ed ora punta verso i playoff. La vittoria esterna sul campo del Gravina ha ridato autostima agli uomini di Vincenzo Feola. La vittoria esterna mancava da poco più di un mese ed ora l’obiettivo iniziale, rispetto a qualche settimana fa, diventa più probabile. In una settimana, infatti, il distacco dal Gravina, in un Girone H competitivo, è sceso da nove a tre punti, complice anche la vittoria nello scontro diretto.

Feola, allenatore della Casertana (Foto: Casertana FC)

Casertana, parole di Feola verso il Cerignola: “Andremo lì per giocarcela”

Dopo una vittoria così importante è difficile rimanere freddi e razionali. Non la pensa così, però, l’allenatore rossoblù, che avverte i suoi ragazzi: “Pensiamo partita per partita. L’ho detto ai ragazzi di guardare dietro. Basta poco per ritrovarsi impelagato nella zona rossa, e quando non sei abituato è ancora più difficile“. Domenica i campani faranno visita alla capolista Cerignola, una partita che non sarà per nulla facile. Gli uomini di Pazienza stanno letteralmente azzannando il campionato, tallonati solo dal Bitonto. Una gara dalle mille insidie, che però non spaventa Feola: “Un motivo c’è se il Cerignola è primo, hanno tantissima qualità. Andremo lì per giocarcela“.

A Gravina è risultato decisivo Raffaele Vacca, un attaccante che quando incrocia le pugliesi diventa determinante. Un gol contro il Fasano, ben tre contro il Gravina tra andata e ritorno ed uno contro il Nardò. Un fattore anti-Cerignola potrebbe essere sicuramente il napoletano, che si candida al ruolo di protagonista del match. Parola al campo, domenica sarà spettacolo. Intanto i campani si godono un buon momento di forma e mirano a dare fastidio ai pugliesi. Il discorso playoff è ancora apertissimo e la Casertana ha mille motivi per provarci fino in fondo, magari nel segno di Vacca.

A cura di Simone Schillaci