22 Novembre 2023

Il Caldiero Terme si schiera contro la violenza sulle donne: l’iniziativa del club

Il Caldiero Terme contro la violenza sulle donne: domenica ingresso gratuito

Giornata contro violenza donne

Con un comunicato ufficiale diramato sui propri canali, il Caldiero Terme si schiera contro la violenza sulle donne. Come annunciato dalla società di Serie D, in occasione della giornata internazionale su questo tema (promossa anche dalla LND dal tema “Basta Violenza”), tutte le donne potranno accedere gratuitamente alla partita contro il Varesina valida.

Piacenza Caldiero Terme diretta

Caldiero Terme contro la violenza sulle donne: il comunicato

Di seguito, la nota del Caldiero Terme e tutte le informazioni sull’iniziativa promossa dal club di Serie D. “Il Calcio Caldiero Terme, aderendo al messaggio della Lega Nazionale Dilettanti “Basta Violenza” nella settimana che porta alla giornata internazionale contro la Violenza sulle donne di sabato 25 novembre, ribadisce il proprio NO convinto ad ogni forma di sopruso o prevaricazione verso il genere femminile. Domenica 26 novembre, la gara valevole per la quindicesima giornata del campionato di Serie D tra Calcio Caldiero Terme e Varesina, sarà anche l’occasione per ricordare le vittime di femminicidio in Italia nel 2023″ – spiega il Caldiero Terme.

Poi, prosegue la nota: “All’interno dello stadio Mario Berti, seguendo le linee guida della Lega Nazionale Dilettanti, ci sarà un seggiolino rosso per simboleggiare le donne scomparse per questa terribile piaga. Sul seggiolino verrà applicato uno sticker con un QR-CODE, che permetterà di raggiungere la pagina web con le informazioni e i contatti del 1522, IL servizio pubblico promosso dalla presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità che accoglie con operatrici specializzate le richieste di aiuto e sostegno delle donne vittime di stalking”.

Infine, conclude il comunicato: “Domenica ingresso gratuito allo stadio Berti a tutte le donne. La Prima Squadra gialloverde scenderà in campo con un segno rosso sul viso come segno di solidarietà alle donne vittime di violenza”.