13 Dicembre 2023

Nella sezione di Palermo i due arbitri più giovani d’Italia

I due giovanissimi avevano raggiunto l'età minima per arbitrare da neanche una settimana

minacce di morte arbitro

Quando c’è tanta passione e determinazione, a volte, l’età è solamente un ostacolo. Ne sono un esempio Alessandro Capuana e Giuseppe Garagano che, lo scorso 24 novembre, superati, di poco, i 14 anni hanno sostenuto e passato l’esame per diventare arbitro. Si tratta senza dubbio dei due arbitri più giovani d’Italia avendo raggiunto l’età minima per dirigere una partita da appena un giorno per Gargano e da sei per il più “anziano” collega.

Arbitri a 14 anni: nella sezione di Palermo i due fischietti più giovani d’Italia

Entrambi perciò entreranno a far parte della Sezione AIA Figc di Palermo sotto la guida esperta del Presidente Marcello Terzo. Entrambi hanno iniziato ad avvicinarsi al calcio come giocatori prima di sviluppare interesse nel diventare direttori di gara. Inoltre, per entrambi, data la giovanissima età sarebbe anche contemplata la possibilità di portare avanti una “duplice carriera” sia in veste di arbitro che come calciatore. Questo grazie alla recente norma sul doppio tesseramento valido fino all’età di 18 anni.

Foto: Recanatese (Facebook)

Una scelta che non può che rendere orgoglioso tutto il movimento arbitrale in giro per l’Italia e che potrà essere da ispirazione a tanti ragazzi. Dalle prossime settimane poi si inizierà a fare sul serio e per i due giovanissimi direttori di gara, sarà già il tempo dell’esordio. La nostra speranza, fra qualche anno, è di rivederli calcare i campi più importanti e ricordare con un sorriso i loro “precoci” inizi.