31 Dicembre 2023

Savoia, parla Iervolino dopo l’addio: “La verità è figlia del tempo…”

Michele Iervolino non è più il direttore sportivo del Savoia: l'ex ds dice la sua sulle dimissioni: "La verità è figlia del tempo..."

Nelle ultime ore sono arrivate le dimissioni di Michele Iervolino da direttore sportivo del Savoia. In merito a questa separazione con il club della Casa Reale Holding, poi, lo stesso ds ha voluto precisare le motivazioni che hanno portato a questa scelta. Nell’ultimo messaggio pubblicato sui propri canali social, però, aleggia un’ombra su quanto accaduto.

Savoia Matachione
Fonte: Facebook A.C. Savoia 1908

“In seguito al comunicato diffuso nei giorni scorsi dal Savoia in merito alle mie dimissioni, ci tengo a precisare quanto segue per tranquillizzare gli amici, i tifosi, gli addetti ai lavori e i curiosi che in questi giorni mi hanno contattato interdetti: l’interruzione del rapporto con la Società è avvenuta a seguito di divergenze di vedute con il Presidente Matachione in merito alla gestione tecnica”. Così inizia la nota scritta da Iervolino, che intanto precisa anche: “Non mi piace polemizzare, soprattutto sui social e sicuramente non comincerò adesso”.

Savoia, Iervolino: “Nessuno è detentore della verità assoluta…”

Nonostante la precisazione, però, Michele Iervolino è tornato su una frase in particolare, rivolta a lui nel comunicato ufficiale del club che annunciava la separazione. Su una cosa, però, vorrei soffermarmi e mentre leggo queste parole, ripenso e sorrido… «Trovare professionisti che riconoscono i propri errori, per poi fare un passo indietro è un comportamento raro nel calcio attuale». Un detto latino recitava «veritas filia temporis», ovvero «la verità è figlia del tempo». Credo che nessuno sia detentore della verità assoluta e che ognuno veda il calcio secondo i propri principi e le proprie idee”.

Savoia Iervolino

“Fermo restando l’immutata stima per tutto il mondo Savoia, per le persone che ho conosciuto e per l’esperienza vissuta – continua l’ex ds oplontino – era doveroso per me, anche in questo caso, espormi per evitare incomprensioni. Lascio la squadra soddisfatto di quanto prodotto finora e le manifestazioni di affetto e vicinanza ricevute durante questi giorni me ne danno conferma. Auguro alla squadra la salvezza che ad oggi risulta più vicina di quanto inizialmente sperata”, conclude Iervolino nella sua lettera d’addio.