11 Febbraio 2024

Nissa a +6, il presidente Giovannone: “Non voglio sentire gufi”

Le dichiarazioni del presidente biancoscudato dopo la vittoria per 1-0 sul Mazara 46

giovannone nissa

La Nissa del presidente Luca Giovannone non si ferma più e, approfittando della sconfitta del Pro Favara contro il Castellammare, si riporta a +6 nel girone A di Eccellenza siciliana. I biancoscudati, nella 21ª giornata di campionato, si sono imposti per 1-0 sul Mazara 46 grazie alla rete di Dalloro all’87’. Un gol incredibile, quello del centrocampista argentino, che porta la Nissa un passo più vicino alla vittoria del campionato e quindi al ritorno in Serie D.

giovannone nissa
Fonte: profilo Facebook @NISSA F.C.

Il presidente Giovannone, nel post gara, è intervenuto ai microfoni per analizzare la vittoria giunta contro la terza in classifica e dare uno sguardo al futuro. Al contrario della Serie D ferma per il Torneo di Viareggio, infatti, l’Eccellenza non si ferma. La Nissa, domenica 18 febbraio alle ore 15:00, affronterà la Don Carlo Misilmeri in trasferta per continuare imperterrita verso la promozione.

Nissa, Giovannone: “C’era pressione collettiva, non voglio gufi”

Il presidente della Nissa Luca Giovannone è intervenuto ai microfoni per analizzare la gara vinta con il Mazara 46. “Dopo la sconfitta interna con il Pro Favara c’era una pressione collettiva incredibile, la mia visione ottimistica ha sorpreso tutti” ha dichiarato il numero uno biancoscudato. “Subito dopo il fischio finale sono andato negli spogliatoi per complimentarmi con i ragazzi, siamo primi. Dissi pubblicamente che le avremmo vinte tutte e per ora sta succedendo“.

giovannone nissa
Fonte: profilo Facebook @NISSA F.C.

Nonostante la sconfitta con il Pro Favara alla 19ª giornata, lo score della Nissa rimane straordinario. “Finita l’era dei record la classifica è diventata più normale, a 9 giornate dalla fine contiamo 19 vittorie, 1 sconfitta e 1 pareggio. Se non è record nazionale ci manca poco, la media punti è incredibile.
I record non importano, a noi importa solo andare in Serie D. È questo l’obiettivo. Adesso abbiamo 6 punti di vantaggio sulla seconda, quindi volendo potremmo permetterci una sconfitta e un pareggio. Però non ci arrendiamo. Andremo a Misilmeri per vincere, lì non ci aspettano con le braccia aperte“.

Nissa
Fonte: profilo Facebook @NISSA F.C.

A chiudere poi, la risposta ad alcuni dubbi sollevati negli ultimi giorni. “Critiche? Bisogna essere positivi e portare entusiasmo. Oggi ci mancava il nostro attaccante capocannoniere e ha segnato qualcun altro. Sosteniamo la squadra fino alla fine, non voglio sentire gufi. Tutte le prossime partite saranno come finali“.