11 Marzo 2024

Bisceglie, 2024 perfetto: il sogno Serie D continua

I nerazzurri hanno vinto con tre giornate di anticipo il girone A di Eccellenza pugliese

Bisceglie

Il Bisceglie sogna il ritorno in Serie D. I nerazzurri hanno già vinto aritmeticamente, con tre giornate di anticipo, il girone A di Eccellenza pugliese. Se la formazione allenata da Giuseppe Di Meo riuscirà a mantenere i punti di distacco che al momento la separano dal Molfetta secondo in classifica, allora il cammino verso la massima categoria dilettantistica avrà solo un altro ostacolo: lo spareggio in campo neutro contro la vincente del girone B.

Per gli stellati una stagione da favola e un cammino che nel 2024 è stato addirittura perfetto con otto vittorie su otto incontri. Adesso per il Bisceglie l’obiettivo, per non disputare i play-off, deve essere quello di mantenere invariato il distacco dal Molfetta che, tra l’altro, sarà il prossimo avversario di Pignataro e compagni. Per lo spareggio finale invece, al momento l’avversario più plausibile sembra essere l’Ugento.

Bisceglie, una stagione stellare

Quando ancora non è arrivata neanche la primavera, il Bisceglie ha già aritmeticamente vinto il campionato, ma visto il regolamento in Puglia, deve ancora superare altri ostacoli prima della promozione in Serie D. La formazione di Di Meo sogna la promozione in Serie D dopo una stagione da dominatrice. 19 vittorie, un pareggio e tre sconfitte. Questo lo score dei nerazzurri che guidano il girone A di Eccellenza pugliese con 58 punti.

Stellati che hanno perso punti solamente nella prima parte di campionato. L’unico pareggio, sul campo del Borgorosso Molfetta, è arrivato infatti alla quarta giornata, mentre l’ultima delle tre sconfitte, contro il San Marco, è datata 12 novembre 2023. Da quel momento per il Bisceglie solo vittorie. Adesso la striscia di successi consecutivi è arrivata addirittura a quota tredici partite.

Attacco super e difesa granitica

Il Bisceglie sta dominando il girone A non solo in classifica generale, ma anche nelle graduatorie speciali legate ai gol fatti e subiti. A livello offensivo sono addirittura 64, sei in più rispetto a Molfetta e Canosa, le reti messe a segno dai ragazzi di Di Meo. Un risultato raggiunto grazie anche ad alcune goleade messe a referto nel corso della stagione come il 7-0 sul campo del San Severo e il 9-0 contro il Molfetta Sportiva.

Anche da un punto di vista difensivo i risultati sono straordinari. Con sole 15 reti subite la retroguardia dei nerazzurri è la meno battuta dell’intero raggruppamento. In scia degli stellati solo il Molfetta con 16 gol al passivo. Da sottolineare come il Bisceglie non prenda gol da cinque partite. L’ultima rete subita dai nerazzurri infatti risale alla sfida del 28 gennaio contro la Virtus Mola.