Home » Juventus, polverone storico: il campo non è a norma | Duro comunicato del sindaco cittadino

Juventus, polverone storico: il campo non è a norma | Duro comunicato del sindaco cittadino

calciomercato serie D

Tensione tra il club e l’amministrazione comunale: la crisi continua dopo l’ultimo risultato negativo

La tensione tra il noto club sportivo e l’amministrazione comunale della città sta raggiungendo livelli critici. Il club ha recentemente diffuso un comunicato stampa molto critico nei confronti del Sindaco Luca Serfilippi e della giunta comunale, lamentando la mancanza di supporto per i progetti sportivi e altre attività in città.

Negli ultimi mesi, la situazione è diventata sempre più difficile per la società sportiva. La necessità di ammodernare le strutture sportive è stata più volte segnalata, ma senza risultati concreti da parte delle autorità locali. La squadra ha continuato a competere ad alti livelli nonostante queste difficoltà, dimostrando grande impegno e dedizione.

Durante la scorsa stagione, il club ha ottenuto risultati meno soddisfacenti sul campo. La squadra si è classificata al 16º posto nel girone F di Serie D con soli 32 punti, raccolti in 34 partite. Questo risultato è frutto di sole 6 vittorie, 14 pareggi e 14 sconfitte. Tale piazzamento ha portato alla retrocessione dalla Serie D all’Eccellenza, una delusione significativa per i tifosi e l’intera comunità sportiva.

Nonostante le difficoltà, i dirigenti del club hanno continuato a lavorare per mantenere alta la motivazione tra i giocatori e i tifosi. Hanno espresso il loro disappunto per il mancato supporto da parte del Comune, sottolineando come questo atteggiamento metta a rischio sia il presente che il futuro della squadra.

Club e Comune allo scontro, la crisi aumenta

Nel comunicato stampa, i dirigenti hanno evidenziato come le promesse fatte dall’amministrazione comunale non siano state mantenute. Hanno ribadito la necessità di interventi urgenti per garantire la continuità delle attività sportive e hanno esortato le autorità locali a prendere provvedimenti concreti.

Il club marchigiano, dunque, ha deciso di donare all’amministrazione comunale il progetto di riqualificazione dello stadio e della zona sportiva, sperando che possa essere realizzato in futuro. Questa mossa rappresenta anche un segnale di resa di fronte alla mancanza di collaborazione da parte del Comune.

Fano Juventus campo tifosi

L’Alma Juventus Fano “senza un campo”: la denuncia del club

L’Alma Juventus Fano da anni non vive un periodo felice e, adesso, è assai concentrata su uno dei principali problemi del club. Parliamo delle pessime condizioni dello Stadio Mancini – è quanto segnalato dalla proprietà del club marchigiano – e l’assenza di un campo in sintetico per gli allenamenti della prima squadra e delle giovanili. Queste carenze logistiche complicano ulteriormente la situazione della squadra, soprattutto nei mesi invernali.

L’Alma Juventus Fano ha ingaggiato battaglia per risolvere questi problemi e per ottenere le infrastrutture necessarie anche con il primo cittadino e la giunta comunale, finora senza ottenere riscontri a detta del club. La speranza del Fano è che l’amministrazione comunale riconosca l’importanza del calcio per la comunità e intervenga per supportare il club in questo momento difficile.