15 Marzo 2022

Girone G: tra le due litiganti, il Giugliano gode

Parte finale di stagione e ancora nulla è deciso. Il Giugliano prova l'allungo definitivo, la sfida per non retrocedere è accesissima

Il girone G entra sempre più nel vivo e i punti in palio iniziano a farsi sempre più pesanti. Il ventiquattresimo turno ci ha offerto spunti importanti per andare a tracciare una linea sul proseguo di questo entusiasmante campionato.

La lotta al vertice

I riflettori erano tutti puntati sul Vanni Sanna di Sassari dove è andata in scena la gara tra Torres e Nuova Florida, rispettivamente seconda e terza della classe. Il risultato dice uno a uno. Gli ospiti sono stati abili a sfruttare un pasticcio difensivo rossoblu portandosi in vantaggio con la rete di Lovaglio. La risposta dei sardi è arrivata all’inizio della ripresa con Francesco Ruocco che, dopo un dribbling a rientrare sul suo piede forte, non ha lasciato scampo all’estremo difensore biancorosso. Pari e patta e amaro in bocca per entrambe le squadre che con i tre punti avrebbero potuto alimentare le speranze di primo posto. Il distacco resta invariato con la Torres seconda a 48 punti e il Nuova Florida in terza posizione a 47, con una partita da recuperare. Chi ha colto la palla al balzo è stato il Giugliano, che ha rafforzato la sua leadership andando a vincere per uno a zero contro il Gladiator. Ad andare a referto è il numero otto gialloblu De Rosa, che ha regalato ai ragazzi di Ferraro una meritata vittoria in una gara controllata per ampi sprazzi. Il Giugliano aumenta il gap dalle inseguitrici e si porta a 54 punti.

I giocatori della Torres festeggiano il goal di Ruocco. Fonte: Torres Sassari

Zona playoff

Oltre il Giugliano, un’altra squadra ha approfittato del pareggio tra Torres e Nuova Florida, è l’Arzachena di Marco Nappi. Con il successo per uno a zero sul campo del Real Monterotondo Scalo, gli smeraldini si sono portati a solamente due punti di distanza dalla Torres, e ora possono puntare seriamente al secondo posto. Il prossimo turno vede proprio la Torres far visita agli uomini di Nappi . Poco distante dall’Arzachena, a tre punti di divario e al quinto posto, troviamo l’Afragolese. La squadra allenata da Franco Fabiano occupa l’ultima posizione valevole per i playoff. Nell’ultimo turno ha sconfitto a domicilio l’Insieme Formia in rimonta. Sotto due a zero al termine della prima frazione, i rossoblu hanno rimontato una gara complicata con le reti di Esposito, Van Ransbeeck e del solito Longo. Appaiate a quota 40 ci sono Cynthialbalonga e Aprilia. La prima ha pareggiato zero a zero contro la Vis Artena e dà l’impressione di essere una squadra alla quale manchi solamente la continuità nei risultati per poter dire la sua, in maniera importante, nei piani alti. A dimostrazione di ciò, gli ultimi risultati della squadra allenata da Tiozzo recitano le vittorie in casa della Torres e della Nuova Florida e le sconfitte casalinghe contro Arzachena e, in maniera roboante, contro il Muravera. L’Aprilia invece ha cambiato marcia, dopo una parte centrale di stagione con qualche difficoltà, i biancocelesti vengono da due vittorie consecutive, tra cui l’ultima sul campo del Lanusei per due a uno. Si candida come pretendente ai playoff anche l’Ostia Mare che supera per due reti a zero l’ostico Muravera, portandosi a 38 punti con solamente di ritardo dal quinto posto, e con una gara ancora da recuperare. In rete Cardillo e Lorusso che sconfiggono i sardi lasciandoli a 35 punti e con poche pretese per il quinto posto.

L’esultanza dei giocatori dell’Ostia Mare. Fonte: pagina Facebook A.S Ostiamare Lido Calcio srl

Zona retrocessione

Con il pari in casa del Cynthialbalonga, la Vis Artena sale a quota 34 e traccia un solco tra lei e le squadre immischiate nella zona playout, avendo anche una gara da recuperare. Il derby sardo tra Atletico Uri e Latte Dolce può aver segnato un bivio per le due compagini. Il goal di Bah ha mandato i giallorossi a 30 punti, in una posizione apparentemente tranquilla a sei punti di vantaggio dal Gladiator che occupa l’ultima postazione playout, ma che deve ancora disputare la gara esterna contro il Formia. Per il Latte Dolce invece la situazione è meno tranquilla, terzultimo posto a 16 punti, seppur con una gara da recuperare, con solo due di vantaggio da Insieme Formia e Carbonia, che al momento sarebbero retrocesse in Eccellenza. Pareggio dai due umori tra Cassino e Carbonia. I padroni di casa hanno infatti agguantato il pareggio con un rigore allo scadere, Sorgente ha permesso alla sua squadra di mantenere il dodicesimo posto, l’ultimo che permette di evitare i playout. Per il Carbonia invece la vittoria sarebbe servita come il pane, i ragazzi di Suazo condividono l’ultimo posto con l’Insieme Formia, ma le prestazioni offerte ultimamente dimostrano quanto i ragazzi vogliano fare un gran finale di stagione per agguantare almeno gli spareggi, avendo ancora a disposizione la gara da recuperare contro il Latte Dolce. In piena zona playout troviamo troviamo Lanusei e Real Monterotondo Scalo, entrambe sconfitte in casa nell’ultimo turno e entrambe appaiate a quota 19, ma con i secondi con una partita in meno.

I giocatori dell’Atletico Uri festeggiati dai loro tifosi. Fonte: pagina Facebook U.s. Atletico Uri

Classifica Girone G

Sq PG Pt
1 Sorrento 12 26
2 Lupa Frascati 12 23
3 Cassino Calcio 12 20
4 Casertana 12 20
5 Real Monterotondo Scalo 12 20
6 Paganese 12 19
7 Palmese 12 18
8 Arzachena 12 18
9 Angri 12 17
10 Real Monterotondo Scalo 12 17
11 Pomezia 12 15
12 COS Sarrabus Ogliastra 12 14
13 Vis Artena 12 13
14 Tivoli 12 12
15 Atletico Uri 12 12
16 Portici 12 11
17 Nola 12 10
18 Aprilia 12 6

A cura di Gabriele Musu