25 Settembre 2022

Dai Dilettanti alla convocazione in azzurro: la lunga scalata di Guglielmo Vicario

Un sogno divenuto realtà per Guglielmo Vicario: il CT Mancini ha deciso di convocarlo in Nazionale

Il calcio, come sempre, ci regala delle favole, una di queste è sicuramente la storia di Guglielmo Vicario. Ormai uno dei migliori portieri della Serie A, da due anni difende i pali dell’Empoli con sicurezza e personalità. Tra le rivelazioni anche per gli amanti del Fantacalcio, che hanno potuto godere dei voti e dei clean sheet dell’estremo difensore. La sua carriera comincia da molto lontano, addirittura dai Dilettanti, dove ha esordito nel calcio dei grandi con il Fontanafredda per poi confermarsi con il Venezia. Dopo di che una lunga scalata in tutte le categorie, fino all’esordio in Serie A con il Cagliari e la consacrazione con l’Empoli. In estate ha attirato le attenzioni di grandi squadre come la Lazio ed a settembre è arrivata la prima convocazione in Nazionale da parte del CT Roberto Mancini.

Guglielmo Vicario

L’esordio nei dilettanti di Vicario con il Fontanafredda e gli anni a Venezia

Nato ad Udine, Vicario cresce nel settore giovanile dell’Udinese per poi essere girato in prestito al Fontanafredda. Qui esordisce a soli 17 anni, conquistandosi subito un posto da titolare. Al termine della stagione, la squadra raggiunge una salvezza tranquilla e Vicario si conferma subito un’ottima promessa collezionando 30 presenze.

Dopo un anno si trasferisce al Venezia, sempre in Serie D. In arancioneroverde vince il campionato alla sua prima stagione e da qui in poi contribuirà alla lunga scalata della squadra per il ritorno in Serie A a distanza di 19 anni. Nonostante qualche annata vissuta da secondo portiere, nella stagione 2018/19 riesce a trovare continuità, fino a diventare uno dei migliori portieri della categoria, percorso che lo ha poi portato nella massima serie.

Guglielmo Vicario

Le parole di Favarin, ex allenatore del portiere della Nazionale

Nel suo primo anno a Venezia Vicario ha avuto come allenatore in seconda Giancarlo Favarin, ora alla guida del Prato. Proprio alla nostra redazione Favarin rilasciò parole al miele per l’estremo difensore: “Di Vicario ho un bellissimo ricordo- ammette l’allenatoreHa fatto un campionato straordinario. Quando è arrivato come fuoriquota a Venezia aveva già la mentalità da giocatore vero. Tutto quello che sta ottenendo se l’è sudato ma ha i mezzi per fare ancora meglio“. Un predestinato dunque, pronto a fare il grande salto. Ora Vicario dopo essere riuscito a conquistare la convocazione attende il suo esordio in azzurro.

Guglielmo Vicario

Guglielmo Vicario, il portiere che ha effettuato più parate negli ultimi due anni

Un avvio di campionato strepitoso quest’anno per Vicario. 3 clean sheet fin qui ma soprattutto interventi che hanno del miracoloso. Grazie alle sue parate l’Empoli ha iniziato bene il suo campionato ed è precisamente a metà classifica. Nell’ultima gara vinta dagli uomini di Zanetti contro il Monza, l’estremo difensore si è reso protagonista salvando più volte il risultato. Uno su tutti l’intervento all’89’: un colpo reni sulla girata di D’Alessandro che ha tenuto il risultato sull’1-0. Ora, secondo dati OPTA, Vicario sarebbe il portiere che ha effettuato più parate nell’ultimo biennio nei cinque maggiori campionati europei: 183.

A cura di Francesco Giudice