6 Settembre 2022

Figc, gli arbitri saranno tutelati: arriva la retribuzione anticipata

Giornata storica per gli arbitri Figc, ecco la retribuzione anticipata sulle spese della stagione 2022-2023.

arbitri fig

Nel mondo del calcio si sa, la classe arbitrale, sia a livello professionistico che dilettantistico è sempre stata quella più criticata e meno tutelata. Da oggi, però, non sarà più così.

La crisi seguita alla pandemia da Covid-19, ha messo a dura prova il reclutamento di nuovi arbitri e anche la permanenza in organico di quelli già operativi. Per far fronte a ciò, la F.IG.C. in data odierna ha completato l’erogazione degli anticipi delle spese di arbitri e assistenti incaricati di dirigere partite del Settore Giovanile e Scolastico e della Lega Nazionale Dilettanti, a livello regionale e provinciale. 

Svolta storica, dunque, con la F.I.G.C. che si è fatta carico di liquidare a 1810 arbitri un anticipo delle spese che sosterranno, per un importo complessivo che sfiora i 300 mila euro.

Arbitri Figc, Gravina e Trentalange fanno il punto

Il Presidente della F.I.G.C., Gabriele Gravina è intervenuto sull’importante novità circa la retribuzione anticipata agli Arbitri Figc regionali e provinciali:

Grazie alla disponibilità di quanti hanno lavorato con dedizione a questo progetto, siamo intervenuti con la massima tempestività per andare incontro alle necessità soprattutto dei giovani direttori di gara. Nelle visite che ho svolto in tutte le regioni d’Italia, ho assunto personalmente l’impegno di avvicinare sempre più la Federazione alle società e ai loro dirigenti, così come agli arbitri, componenti fondamentali del nostro movimento. Dobbiamo salvaguardare la passione di chi, in ogni ruolo, ‘impiega il tanto del poco che ha’ per consentire ai giovani di giocare a calcio”.

Anche il Presidente Aia Alfredo Trentalange ha espresso tutta la sua soddisfazione:

Questo è un momento importantissimo per la nostra Associazione. Una fondamentale innovazione verso i giovani arbitri che ogni fine settimana mettono a disposizione la loro passione per far disputare le tante partite. È anche un risultato prezioso per i presidenti di Sezione che vivono in prima persona sul territorio le difficoltà del momento. Ringrazio il presidente Gravina e tutto lo staff della FIGC che ha lavorato in perfetta sintonia con l’Aia facendo veramente squadra”.