5 Dicembre 2023

Dionisio sul girone H: “Difficile fare pronostici, deluso da Barletta e Andria”

L'intervista esclusiva a cura della nostra redazione a Nicola Dionisio, ex direttore sportivo di Brindisi e Taranto

Brindisi, Taranto, Cavese, Avellino. Queste sono solo alcune delle piazze in cui Nicola Dionisio, noto direttore sportivo, ha militato nel corso della sua carriera e che, quindi, rendono l’idea del professionista in questione. Al momento però, nonostante varie trattative, il ds è in attesa di un progetto adeguato. “Sinceramente al momento non ho voglia di entrare in situazioni che non mi piacciono. Stare fuori non è facile, se dovesse essermi proposto un buon progetto non avrei problemi ad accettare“, ha affermato Dionisio in un’intervista esclusiva ai nostri microfoni.

Dionisio: “Altamura, Nardò e Casarano sono sullo stesso livello”

L’ex ds del Taranto, intervistato dalla nostra redazione, ha fatto il punto sul girone H: “Come sempre è molto competitivo. Ci sono squadre ben attrezzate, in molte puntano al salto di categoria. Questo la dice lunga sulla qualità del campionato. Oggi fare delle previsioni è difficile, ci sono parecchi club nel giro di pochi punti. Al momento nessuno è avvantaggiato, anche perché i campionati non si vincono a dicembre. I primi bilanci si possono tirare a marzo. Ad oggi può vincere chiunque, dall’Altamura al Nardò, fino al Casarano. Per me queste tre sono rose costruite bene e di pari livello, tra l’altro guidate da grandi allenatori e ottime società. Il mercato di dicembre potrebbe essere determinante. Chi sarà più bravo a coprire i tasselli mancanti potrebbe portarsi avanti rispetto alle avversarie”.

Ancora Dionisio sul girone H: “Dopo queste squadre c’è il Matera che sta iniziando a venire fuori. Panarelli sta facendo un grande lavoro, ma credo che i lucani siano un gradino più sotto rispetto alle altre. Poi c’è la delusione Barletta, ci si aspettava qualcosa in più. Lo stesso discorso vale per l’Andria. L’esonero di Farina? Quando i risultati non arrivano i primi a pagarne sono sempre allenatori e direttori sportivi. Non posso dire se sia stato giusto o meno, ci sono elementi di valutazione che solo la società può conoscere. Bisognerebbe vivere certe situazioni dall’interno. Certo è che ogni cambio di allenatore rappresenta una sconfitta per una società“.

dionisio

Dionisio: “L’Angri con Di Costanzo riuscirà a raggiungere il suo obiettivo”

Tra i tanti addetti ai lavori con cui Dionisio nel corso della sua carriera ha potuto lavorare c’è anche Nello Di Costanzo. I due, negli ultimi anni in particolare, hanno avuto spesso modo di poter lavorare insieme, da Brindisi a Taranto. Adesso l’allenatore è da poco arrivato ad Angri, dove è stato chiamato dal club per risollevare una situazione non facile in classifica. “L’Angri è partito per fare un campionato tranquillo e credo che con Di Costanzo potrà fare anche qualcosa in più“, ha affermato Dionisio. “Ne ha vinte due su due dal suo arrivo ed è già uscito dalla zona play-out. Questo la dice lunga sulla bontà del suo lavoro. Sono sicuro che riuscirà a raggiungere l’obiettivo richiesto dalla società, ovvero una salvezza tranquilla“.

dionisio

“Il Taranto farà i play-off, spero che il Brindisi riesca a salvarsi”

Le ultime due avventure di Dionisio sono state in Puglia. Prima il Brindisi, club che ha riportato in Serie D (e che ora milita nei professionisti) dopo diversi anni di calvario tra Promozione ed Eccellenza. Poi il Taranto dove, seppur per un breve periodo, ha militato nella prima parte dello scorso campionato. “Il Taranto sta facendo benissimo. La società sta continuando a lavorare sulla strada già tracciata lo scorso anno in cui è iniziato un nuovo ciclo. Sono certo che farà i play-off. Per quel che riguarda il Brindisi, invece, devo ammettere che sono veramente dispiaciuto. Probabilmente sono state sbagliate alcune valutazioni. La Serie C non è la D. E’ un campionato difficile, in ogni partita può succedere di tutto. Il livello delle squadre è differente, tra le prime in classifica e le ultime a volte può cambiar poco. Mi auguro che possa comunque raggiungere la salvezza, anche tramite i play-out“.