2 Settembre 2022

Dilettanti, il nuovo protocollo anti-covid da seguire nel Lazio

La Lnd laziale ha diramato un nuovo protocollo anti-covid

Anticipi quarta giornata

Si ricomincia. A breve ripartiranno i campionati dilettantistici, Serie D ed Eccellenza. Nelle settimane passate si sono giocate le gare di Coppa Italia, mentre questo fine settimana, si tornerà a giocare lottando per i tre punti. In attesa del fischio d’inizio su tutti i campi, la Lnd ha diramato una nota ufficiale dove ha comunicato il nuovo protocollo anti-covid da seguire.

Covid
Covid

Si riparte con i campionati. Ecco il nuovo protocollo anti-covid da seguire

Tutte le squadre dilettantistiche scenderanno in campo. Di certo rispetto alla passata stagione si è più liberi poiché le restrizioni causa pandemia si sono rallentate, se non annullate. Ma il comitato regionale laziale non cala l’attenzione su questo aspetto, ed ha diramato un nuovo protocollo da seguire. Di seguito il comunicato.

“Con riferimento alle indicazioni generali di cui al vigente Protocollo Sanitario in materia, da
applicare alle Società dilettantistiche partecipanti alle competizioni agonistiche ufficiali
2022/2023, al fine di disciplinare lo svolgimento dell’attività, e nello specifico le gare ufficiali,
nell’ipotesi in cui sia accertata la positività al virus SARS-CoV-2 di calciatori/calciatrici e di
giocatori/giocatrici tesserati/e per le squadre partecipanti ai Campionati Nazionali, Regionali e
Provinciali 2022/2023, la Lega Nazionale Dilettanti dispone quanto di seguito specificato, salvo
modifica o revoca nel corso della corrente stagione sportiva 2022/2023
“.

Pallone Serie D

Le nuove regole da seguire

  1. La gara sarà regolarmente disputata qualora non risulti positivo al virus SARS-CoV-2
    un numero di calciatori/calciatrici superiore a 8 (otto);
  2. La Società dovrà comunicare al Comitato Regionale Lazio, all’indirizzo PEC
    [email protected], i soggetti risultati positivi (calciatori e calciatrici) a
    seguito dell’esecuzione di un tampone molecolare o antigenico regolarmente
    effettuato presso una struttura pubblica o privata autorizzata o, comunque, registrato
    nella banca dati regionale attraverso il sistema tessera sanitaria;
  1. In caso di un numero di calciatori/calciatrici positivi/e al virus SARS-CoV-2 superiore a
    8 (otto) unità, la Società dovrà comunicare tale circostanza al Comitato Regionale
    Lazio competente, a mezzo PEC, entro e non oltre le 24 ore precedenti la gara
    ufficiale. Il Comitato Regionale, espletate le opportune verifiche, provvederà al rinvio
    della gara;
  2. Ai fini della richiesta di rinvio della gara, non saranno considerati nel computo del
    numero di calciatori/calciatrici superiore a 8 (otto), i casi positivi di calciatori/calciatrici
    inseriti/e da meno di 10 dieci giorni nell’elenco “gruppo squadra” comunicato al
    Comitato Regionale competente;
  3. La non avvenuta guarigione dei calciatori/calciatrici risultati positivi/e e per i quali si è
    determinata la richiesta di rinvio della gara non permetterà l’ulteriore richiesta di rinvio
    della gara stessa, salvo che nelle more non si verifichino altri casi di positività di
    calciatori/calciatrici nel numero indicato nel presente punto 1;
  4. Ogni Società deve trasmettere a mezzo PEC, entro la data e agli indirizzi riportati in
    calce al presente circolare, al Comitato Regonale, entro e non oltre la data fissata da
    questi ultimi, l’elenco del gruppo squadra, sottoscritto dal Presidente utilizzando il
    modulo allegato alla presente Circolare, con tutte le generalità di ciascun componente
    rientrante unicamente nella categoria calciatori/calciatrici. L’elenco potrà essere
    composto fino ad un massimo di 30 (trenta) soggetti e potrà essere modificato
    durante il corso della stagione sportiva, sempre a mezzo PEC;
  5. Le variazioni al gruppo squadra dovranno essere inviate, sempre a mezzo casella
    PEC non oltre le 48 ore dalla disputa della gara