17 Novembre 2021

Dalla serie D al grande calcio, la storia di “the wall”

Ripercorriamo insieme la carriera del giovane difensore del Frosinone

È una storia intensa quella di Federico Gatti difensore del Frosinone calcio, squadra che milita nel campionato di serie B. Il popolo gialloazzurro ha soprannominato il classe 1998 “the wall”, questo la dice lunga sulle ottime prestazioni dimostrate dall’ex Pro Pratia.

Oggi è considerato uno dei difensori con il rendimento più alto del campionato cadetto. Durante il suo percorso sono presenti più gli ostacoli che le soddisfazioni ma la sua forza è più forte dei problemi, da buon difensore qual è riesce a marcarli stretti e non farli passare. Basti pensare che il ragazzo originario di Rivoli ha militato sui campi di promozione ed eccellenza senza perdere di vista l’obiettivo: diventare un calciatore professionista.

Da muratore a “the wall”

Una storia da raccontare quella del forte difensore Gatti, il quale ha fatto della parola sacrificio la sua corazza. Diventato uomo fin troppo presto, all’età di 17 anni ha dovuto abbandonare la scuola per andare a lavorare in quanto il padre era rimasto disoccupato, ma nei suoi pensieri vigeva l’idea di non lasciare il calcio. Un tuttofare, quando c’era bisogno era sia serramentista che muratore, nonostante tutto la sera riusciva a trovare la voglia di andare ad allenarsi per inseguire il suo sogno…

È cresciuto così tra: muri, cemento, mattoni, campi ghiacciati e fango, da qui si intravede la perseveranza di un ragazzo che ha deciso di non mollare mai, facendo del sacrificio e del sudore il proprio imperativo. Facendo passare quasi per “normale” una vita che in fondo per via dell’età non lo era.

La serie D prima di arrivare al professionismo

Ripercorriamo il percorso del giovane piemontese. Inizia la sua carriera al Pavarolo per poi passare alla Verbania in Eccellenza, rimane nella sua regione per due anni fin quando bussa alla porta la Pro Pratia (serie D) la quale permette al ragazzo di mettersi in luce con 34 presenze in campionato. Molti club si dimostrano interessati al ragazzo, ma il Frosinone ha avuto la meglio acquistando le sue prestazioni sportive.

Le qualità del difensore

I muri e il cemento sono solo un lontano ricordo, adesso la sua storia prende forma. Gatti è considerato uno dei difensori più forti del suo campionato dotato di una struttura imponete e doti fisiche importanti con una personalità da vendere, la stessa con cui inseguiva il suo obiettivo. Attraverso le sue ottime prestazioni in questo avvio di campionato di serie B, è riuscito ad attirare l’attenzione di importanti club di serie A come: Napoli, Juve e Atalanta.

Gatti ci insegna che non bisogna mai smettere di sognare. Sacrificio, sudore e tigna.

A cura di Celestino Casedonte