27 Novembre 2023

Vastese, Bolami: “Se non ci sono imprenditori costretto a smantellare la squadra”

Tempo fino al 1 dicembre per trovare nuovi investitori. Altrimenti smobiliterà la squadra

Pasquale Bacco - Bolami Vastese

Un’altra squadra, purtroppo, rischia di essere costretta al ritiro anticipato dal campionato. Questo è quanto si apprende dal comunicato apparso, nella serata di domenica 26 settembre, sui canali ufficiali della Vastese. Lo storico club abruzzese, dopo la retrocessione dalla Serie D all’Eccellenza abruzzese della scorsa stagione, rischierebbe addirittura di scomparire.

Neanche il sesto risultato utile consecutivo, dopo un avvio di campionato difficile, sembra poter essere d’aiuto. Nella lettera aperta (che riportiamo qui sotto) il presidente Franco Bolami chiede espressamente aiuto. Per motivi personali incapace di poter continuare a sostenere le spese, sarà costretto a smobilitare la squadra e ritirare la squadra in caso di mancato intervento. “Se ci sono imprenditori o appassionati disposti a sostenere la squadra concretamente, sono aperto a discutere e collaborare. Abbiamo tempo fino all’1 dicembre” si legge tra le righe. Una richiesta d’aiuto e una corsa contro il tempo per salvare il calcio vastese, una tradizione centenaria e la storia di un’intera città.

Vastese, la lettera di Franco Bolami: “Non ho più le risorse necessarie, mi voglio fare da parte”

Quello apparso sui canali social della Vastese, storica società fondata nel 1902, è un grido d’aiuto di Franco Bolami, che non vuole veder morire il calcio in città. Presidente dimissionario al termine della stagione 2022/2023, conclusa con la retrocessione in Eccellenza, è tornato per tenere in vita la sua squadra. Adesso però, come spiegato nella lettera, non riuscirà più a fare fronte ai tanti impegni finanziari previsti. La richiesta è quella di trovare imprenditori disposti a rilevare il club e portare avanti la storia del calcio vastese. In questi giorni inoltre, il numero uno dei biancorossi, proseguirà le discussioni con il Sindaco al fine di trovare la migliore soluzione possibile entro il 1 dicembre. Il tempo stringe e nella città abruzzese sperano che anche questa tormentata storia possa avere un lieti fine.

“Il pareggio odierno sul campo della capolista Teramo, sesto risultato utile di fila, mi porta a rivolgere pubblicamente i complimenti alla squadra, a mister Del Grosso e al suo staff, perché hanno dimostrato ancora una volta di amare i colori biancorossi nonostante le tante problematiche. Per questa ragione, voglio condividere alcune riflessioni fondamentali sul futuro della Vastese Calcio. Dopo la situazione emersa nel mese di ottobre, ho ripreso in mano la gestione sportiva del club per instaurare la serenità e garantire ai nostri ragazzi ciò che meritano.

Tuttavia, la dura realtà è che, oltre a questi doveri, mi trovo ad affrontare altri impegni finanziari, come ben noto a tutti voi. In virtù di ciò, devo ammettere di non possedere più le risorse fisiche, mentali ed economiche necessarie per andare avanti. Inoltre, come ho manifestato da fine maggio, è mia intenzione farmi da parte, come richiesto a più riprese dalla nostra tifoseria”.

Calciatore sviene Under 19

“Se ci sono imprenditori interessati c’è tempo fino al 1 dicembre”

Prosegue con una richiesta alla città la lettera aperta del presidente Bolami.

“Se ci sono imprenditori o appassionati disposti a sostenere la squadra concretamente, sono aperto a discutere e collaborare. Abbiamo cinque giorni di tempo, fino al 1 dicembre, per trovare soluzioni e discutere con il primo cittadino.

Se non emergono soluzioni concrete entro la scadenza indicata, sarò costretto a prendere una decisione che mai avrei pensato: smobilitare la squadra e porre fine a questa avventura. In tal caso, sarebbe un segnale che il calcio a Vasto non si può fare. Questo è un appello rivolto a tutta la città, non solo agli imprenditori. La Vastese Calcio è parte integrante della nostra comunità, e la sua sopravvivenza dipende dall’unità e dalla passione di tutti noi. Ora è il momento di agire concretamente, e sono aperto a qualsiasi proposta che possa garantire un futuro prospero per la nostra squadra. Grazie per la vostra attenzione e per l’amore che nutrite per la Vastese Calcio”.