13 Marzo 2022

Rissa sugli spalti, partita di Under 14 sospesa e intervento dei Carabinieri

A seguito dell'espulsione dell'allenatore ospite, si è scatenata una rissa in tribuna, costringendo l'arbitro a sospendere la partita

LND Girone I

Si scatena la rissa in tribuna in una partita di Under 14 a seguito della concessione di un rigore e dell’espulsione dell’allenatore, l’arbitro sospende la gara a dieci minuti dalla fine del primo tempo. E’ quanto successo a Ciriè, nella Città Metropolitana di Torino, nella partita tra i ragazzi della Virtus Calcio e del Centrocampo, con i padroni di casa in vantaggio per 4-0.

Come riporta Sprint e Sport, Simone Volpi, allenatore del Centrocampo, è stato espulso per proteste dopo un rigore concesso contro la sua squadra. “Mi hanno riempito di insulti mentre stavo uscendo dal campo – spiega il tecnico, che è anche vice-presidente della società torinese -, poi ho visto mio padre 70enne in tribuna in difficoltà e sono dovuto intervenire”.

La rissa sugli spalti hanno costretto l’arbitro Alessandro Longhi di Collegno a sospendere la partita. Successivamente sono arrivate al campo sportivo anche tre pattuglie dei Carabinieri a sirene spiegate, ma nel frattempo era già tornata la calma.

pallone rissa
Fonte foto: Vastese Calcio (Facebook)

In tribuna c’era anche il presidente della Virtus Calcio, Marco Scogliamiglio, che prende le distanze dall’episodio. “La nostra società ha osservato un comportamento esemplare – spiega a Sprint e Sport – i nostri genitori non sono assolutamente coinvolti. Anche perché hanno un codice comportamentale da firmare al momento del tesseramento dei ragazzi. La parola “pubblico” può essere chiunque, ma sui miei genitori garantisco io. Sono dovuto intervenire personalmente per dividere e riportare la calma. In campo, tra i giocatori, non è successo assolutamente nulla”. 

A cura di Giacomo Grasselli