14 Gennaio 2022

Fulmine a ciel sereno in Eccellenza Sicilia: si dimette la presidentessa dell’Akragas

Tra i sogni dell'oramai ex Presidente Giordano, figurava quello di riportare nel giro di pochissimi anni il club in Serie C e di lavorare in ottica aziendale, più che a livello sportivo.

Con un lungo comunicato apparso sui canali ufficiali dell’Akragas, seconda forza del campionato di Eccellenza A siciliano, la signora Sonia Giordano comunica la sua volontà di dimettersi dalla carica di Presidente. L’addio, con effetto immediato, arriva dopo ben due anni e mezzo di direzione del club biancoblu.

“Mi dimetto per urgenti e inderogabili impegni familiari e professionali”

Le dimissioni della Giordano, che hanno destato molto scalpore tra gli addetti ai lavori, arrivano assieme alla lettera di dimissioni dal Consiglio di Amministrazione della Società Akragas 2018 S.r.l:

“Io Sottoscritta Giordano Sonia, nata a Oggiona Con santo Stefano il 30 marzo 1966 e residente a Cassano Magnago Provincia (VA), CONSIDERATO CHE In atto svolge la carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione; Urgenti e inderogabili impegni familiari e professionali non mi permettono di stare vicino alla società e alla squadra. Come risaputo la mia residenza dista migliaia di chilometri dalla città di Agrigento. Il mio avvicinamento alla squadra è stato dettato dalla mia passione verso la città tutta di cui sono innamorata. Per la mia coscienza, non sarebbe onesto rimanere nella carica senza poter seguire le sorti della squadra direttamente e personalmente, come sino adesso fatto. PERTANTO mi corre l’obbligo e il dovere morale rassegnare le mie dimissioni dalla Carica di Presidente e dal Consiglio di Amministrazione, con effetto immediato. Col cuore in gola ringrazio tutti”.

Due stagioni top alla guida dell’Akragas

Una figura professionale che ha sempre auspicato il meglio per l’Akragas. Arriva come vice-presidente nella stagione 2019-20 e nel giro di qualche settimana subentra nel ruolo di Presidente al posto dell’Avvocato Giovanni Castronovo. Da lì inizia l’opera di rafforzamento del club biancoblu, sia dal punto di vista dirigenziale che calcistico. La prima annata si conclude anzitempo per il covid, con un secondo posto e il desiderio di optare per il ripescaggio in D, senza poi avanzare ufficialmente la richiesta. Nella passata stagione, tra la ripartenza e i mini-gironi, l’Akragas arriva alla finalissima play-off contro la Sancataldese, ma perde con un perentorio 3-0. In questa stagione, il desiderio era quello di rilanciarsi insieme alla nuova dirigenza composta da Deni e Callari, ma invece adesso le dimissioni lasciano un vuoto enorme in casa Akragas.

A cura di: FILIPPO FERRANTE