18 Agosto 2022

Brindisi, incontro in corso con l’agente di Di Piazza | VIDEO

L'agente del calciatore ha incontrato Daniele Arigliano, presidente del Brindisi

Matteo Di Piazza è sempre più vicino a vestire la maglia del Brindisi. Il giocatore si è svincolato oggi dalla Fidelis Andria, club di Serie C con cui aveva ancora un anno di contratto, ed è già in viaggio per firmare con un altro club pugliese. Dopo l’accordo raggiunto nella giornata di ieri, si stanno adesso discutendo degli ultimissimi dettagli prima di poter ufficializzare la trattativa. Si tratta di un colpo importante per il Brindisi del presidente Arigliano, che ha battuto la concorrenza di molti club di serie C e D. A testimonianza di ciò, c’è un video dell’incontro tra il presidente Daniele Arigliano e l’agente di Matteo Di Piazza. Un calciomercato stellare quello fin qui portato avanti dal Brindisi, che adesso non nasconde le proprie ambizioni.

Chi è Matteo Di Piazza, nuovo acquisto del Brindisi

Si tratta di un colpo di grande esperienza e qualità per il club pugliese, che si assicura così un attaccante da oltre 300 presenze e quasi 100 gol in carriera tra i professionisti. Dopo gli inizi in D con Savoia e Vittoria (dove sigla 17 reti da under), passa al Benevento in serie C1, per poi alternarsi Serie C2 e nuovamente C1 con le maglie di SudtirolRiminiSiracusa e Pro Vercelli. Con i piemontesi ottiene anche una promozione in serie B nella stagione 2011/12.

Di Piazza Brindisi

Dopo gli anni alla Pro Vercelli veste le maglie di Gubbio, ancora Benevento, Savoia e Akragas. Di Piazza poi torna in Serie B con il Vicenza, prima di affrontare altre tre esperienze in C con FoggiaLecce e successivamente ancora in B con la maglia del Cosenza. Dopo l’esperienza con la maglia dei calabresi, l’attaccante classe 1988 arriva al Catania, dove rimane per due stagioni prima di passare al Catanzaro. A gennaio 2021 torna al club etneo e poi si passa alla Fidelis Andria, con la quale ha trascorso l’ultimo campionato di Serie C e con la quale aveva ancora un anno di contratto. Adesso ha deciso di scendere di categoria e sposare l’ambizioso progetto del presidente Arigliano.